Home Rubriche Viaggi

Viaggio a spasso per l’Italia: Chianciano terme

Terra di cultura, benessere e tanta buona cucina

SHARE

“A Chianciano, già il vento ci dava anche nei mesi caldi: certe libecciate che investivano scotevan le case da schiantarle e portarsele via. Figurarsi d’inverno…”. È proprio con queste parole che Pirandello in “Pallino e Mimì descrive Chianciano che vogliamo iniziare il nostro viaggio a spasso per i borghi del nostro bel paese, il più delle volte scontati, sottovalutati o mai visitati.

Oggi approdiamo giusto a Chianciano Terme un paesino toscano della provincia di Siena tra la Val d’Orcia e la Valdichiana che conta circa 7000 abitanti a 475 mt d’altezza, con la sua immagine di cittadina termale era già conosciuta nell’antichità dagli Etruschi e dai Romani. È divisa in due parti la parte del centro storico dove sorge l’antico borgo medioevale di Chianciano poi c’è la parte moderna che sorge attorno ai vari parchi termali.

Forse non tutti sanno che proprio qui Pirandello soggiornò con la moglie Antonietta ed i suoi 3 figli, per farle respirare l’aria buona e riprendersi da un forte esaurimento e godere del benessere delle Terme. Una volta arrivato si innamorò subito di questo luogo che fu la sua fonte di ispirazione e scrisse qui due opere importantissime: “Acqua Amara” e “Pallino e Minì”.

Se per caso vi trovate a passeggiare per il centro storico di Chianciano troverete lungo il percorso dei pannelli che evidenziano luoghi e situazioni che sono descritti proprio nelle novelle.

Anche Federico Fellini amava tanto questo posto da sceglierlo come località in cui ambientare il suo film “Otto e Mezzo” vincitore del premio Oscar. Lui era solito soggiornarvi con la moglie Giulietta Masina.

Passeggiando per Chianciano il viaggiatore si troverà ad abbandonare l’uomo globalizzato schiavo della massa e si aprirà a scoprire la tenerezza, la semplicità dei sorrisi dei chiancianesi accompagnati da un paesaggio a volte surreale. È difficile incontrare qui bagni di folla, ed è proprio questo che rende lo scenario unico, non scontato, lontano dal caos cittadino, dalle illusioni continue di un consumismo sfrontato che lo sviluppo tecnologico e scientifico ci impongono quotidianamente.

Arrivati a Chianciano la parola d’ordine è relax, pace, tutto qui sembra essersi fermato, nonostante non manchino i confort e le varie attività ed attrazioni per grandi e più piccoli, riserva ancora quell’aurea di semplicità ed unicità, di raffinatezza ed eleganza, bellezza e genuinità che fa la differenza e che lo rende unico agli occhi di passa a trovarlo.

Perchè il viaggiatore chi è in fondo? È colui che cerca qualcosa nel viaggio, che insegue il desiderio di allontanarsi dal frastuono, dai pensieri inutili, ed avventurarsi in luoghi a volte inaspettati, dove trovare pace e serenità.

Noi non vogliamo stare qui a raccontare quello che tanti altri hanno già fatto, ma il nostro vuole essere un invito a scoprire Chianciano come abbiamo fatto noi, a viverlo, a girare per le sue strade a parlare con la sua gente e respirare un’aria nuova pura quella che abbiamo respirato noi.

Vi lasciamo con dieci buoni motivi per cui a nostro avviso dovete assolutamente visitare Chianciano almeno una volta:

  1. LA BUONA CUCINA: per rimettervi in forma con cibo sano e genuino;
  2. UNO DEI POSTI PIÙ SALUTARI DEL MONDO: per la sua aria e le sue acque termali;
  3. PAESAGGI MOZZAFIATO: dall’alba al tramonto potete ammirare dei paesaggi unici;
  4. RISCOPRIRE ANTICHE TRADIZIONI ED EVENTI: Dù pici sotto le stelle e la famosa festa di San Giovanni patrono di Chianciano;
  5. ANDARE A SPASSO PER LA STORIA: visitare il Museo civico archeologico delle acque, Museo della collegiata, Museo d’arte di Chianciano Terme, Villa Simoneschi;
  6. ASSAGGIARE LA TORTA DI CHIANCIANO: il fiore all’occhiello della tradizionale pasticceria chiancianese;
  7. PUOI GODERTELO IN OGNI STAGIONE: anche se pensi che è tardi per organizzare la vacanza estiva Chianciano ed i chiancianesi sono pronti ad accoglierti in ogni momento dell’anno;
  8. SI PUÒ SCOPRIRE PIÙ VOLTE: perchè quando un posto ci rimane nel cuore ci si può tornare 1-2-3 ed infinite volte ancora;
  9. PER RILASSARSI: alle Terme Theia e Sensoriali o fare una passeggiata nei vari percorsi naturalistici;
  10. PUOI IMPARARE L’ARTE DELLA CUCINA TOSCANA: con gli Amatori Pici Chianciano.

Concludendo vi possiamo dire che Chianciano è un paese tutto da scoprire e una terra da vivere ed amare, dove natura e relax ne fanno da padroni.

E come diceva Marcel Proust: “Il vero viaggio di scoperta non consiste nel cercare nuove terre ma nell’avere nuovi occhi”.

E allora non ci resta che augurarvi Buon Viaggio!!

Monica Del Proposto