Home Rubriche Viaggi

Torna nella Capitale il Festival della Letteratura di Viaggio

Un’edizione speciale per festeggiare il 150° anniversario della Società Geografica Italiana

SHARE

ROMA – Quest’anno per la sua decima edizione il Festival della Letteratura di Viaggio sbarca a Roma in contemporanea con il 150° anniversario della Società Geografica Italiana. Dal 21 al 24 settembre sono tantissimi gli appuntamenti del Festival dedicato al racconto del mondo, di luoghi e culture. Le forme di narrazione esplorate sono le più diverse: dalla letteratura alla geografia, dalla musica alla fotografia, dall’antropologia al teatro, dalla filosofia al giornalismo e alla storia.

IL PREMIO NAVICELLA D’ORO – Il Festival si apre il 21 alle 19.15 con il “Premio Società Geografica Italiana – La Navicella d’Oro” a Villa Medici in Viale della Trinità dei Monti 1. Il premio verrà consegnato a Tahar Ben Jelloun scrittore franco-marocchino che, con la sua opera e testimonianza, ha saputo raccontare ed evocare luoghi e culture, paesi e genti, e promuovere il dialogo interculturale e il rispetto per l’altro.

LE MOSTRE – Il 22 settembre è la volta di tre interessanti mostre a Villa Celimontana. “Il giro del mondo in 80 immagini” sarà ospitata da Palazzetto Mattei, una selezione di immagini dalle mostre finora realizzate, integrate da fotografie contemporanee e materiali storici dagli archivi di Società Geografica Italiana, compresa la prima edizione italiana de Il giro del mondo in 80 giorni di Jules Verne del 1874. La mostra “Catalogna des del cel” proporrà sette foto di grande formato di Yann Arthus-Bertrand, fotografo, giornalista e ambientalista francese, allestite open-air nei giardini della villa a sottolineare il fascino dei paesaggi colti dall’alto. Infine la mostra “Who wants to be a minor”, dedicata al fotografo tedesco residente in Libano Timon Koch, che ha accompagnato gli esperti della Mixed Migration Platform nel loro lavoro di ricerca sulle condizioni di vita e di tutela legale dei minori stranieri non accompagnati, in larga maggioranza rifugiati siriani, in Libano e in Grecia.

LA SERATA VERNE – Nella serata del 22 settembre, all’interno della splendida cornice dei giardini di Villa Celimontana, andrà in scena lo spettacolo teatrale “Intorno al mondo in 72 giorni. Il viaggio di Nellie Bly”, liberamente tratto dal diario di viaggio della ventiquattrenne giornalista americana che nel 1889, sedici anni dopo l’uscita del romanzo Il giro del mondo in 80 giorni di Jules Verne, compì davvero il viaggio da New York all’Europa, da Aden a Yokohama fino al ritorno.

LA SERATA CONRAD – Per celebrare il 150° anniversario della nascita di Joseph Conrad andrà in scena lo spettacolo teatrale “Cuore di tenebra” tratto dall’omonimo romanzo del 1899. Seguito dalla proiezione del film Secret Sharer di Peter Fudakowski (versione originale con sottotitoli in italiano), tratto dal racconto “Il compagno segreto” scritto da Conrad nel 1909.

I LUOGHI DEL TERREMOTO – Il 24 settembre sono stati organizzati due appuntamenti dedicati alle zone colpite dagli eventi sismici degli ultimi mesi. Il primo con lo scrittore e giornalista Paolo Rumiz che ci accompagnerà “In cammino sulla faglia, viaggio nei luoghi del terremoto”. A seguire la chiusura del Festival con l’appuntamento “Nel cuore ferito d’Italia: omaggio ad Amatrice”.

Il programma completo è disponibile sul sito del Festival