Home Municipi Municipio IX

Mobilità Municipio IX: partono i cantieri

SHARE
corridoio3

Prime opere consegnate a novembre, ma per il Ponte sul GRA mancano ancora 18 mesi

L’INIZIO DEI LAVORI – Come annunciato nei giorni scorsi dal Presidente del Municipio IX, Andrea Santoro, sono iniziati oggi i lavori per la realizzazione della rotatoria su via Laurentina all’incrocio con via di Tor Pagnotta, eseguiti dalla società Parsitalia e, contemporaneamente, il Consorzio Tor Pagnotta 2 ha avviato i lavori di costruzione del ponte sul Raccordo dove passeranno i filobus. “Proseguono regolarmente – fa sapere Santoro – anche i lavori per l’illuminazione del primo tratto del Corridoio della mobilità”. 

IL CRONOPROGRAMMA DEGLI INTERVENTI – La prima scadenza dei lavori è per la fine del mese di novembre, quando: “Secondo gli accordi assunti tra le società e gli assessorati capitolini competenti, il primo tratto di Corridoio sarà aperto al passaggio di tutti i mezzi di trasporto pubblico – spiega una nota del Municipio IX – La stessa scadenza è stata assegnata a Roma Metropolitane per realizzare la nuova pavimentazione stradale delle laterali di via Laurentina, da viale dell’Umanesimo a viale Ignazio Silone”. Diverse le tempistiche per il ponte sul GRA e la rampa di accesso che sarà realizzata da Roma Metropolitanne. Per questo intervento infatti serviranno ancora 18 mesi. 

NON MANCHERANNO I CONTROLLI – Il Presidente Santoro non dimentica di annunciare che con ”l’apertura di questi cantieri, inauguriamo una nuova stagione di rigore e di legalità, ponendo definitivamente fine a una vicenda segnata dagli sprechi, dal malgoverno e dalle condanne giudiziarie. Grazie al lavoro portato avanti con il Campidoglio e con il Gabinetto del Sindaco – seguita Santoro – siamo riusciti a riavviare i lavori e a imporre il rispetto della tempistica alle società costruttrici e alla municipalizzata. È chiaro a tutti che dal Campidoglio non saranno tollerati ulteriori dispendi o ritardi. Io stesso – conclude – ho già dato mandato agli uffici del Municipio affinché definiscano un programma di controlli serrati per la verifica dell’andamento dei cantieri”.