Home Municipi Municipio XI

Ancora problemi all’asilo nido Bussola d’oro

SHARE

Seguitano le polemiche in merito alla situazione in cui versa l’asilo nido Bussola d’oro nel Municipio XV, ancora chiuso dopo la denuncia della scorsa settimana per la presenza di topi ed escrementi degli animali nelle aule.

Commentava così ieri la condizione igienica della scuola la mamma di uno dei bimbi che frequentano l’istituto: ”E’ una situazione incresciosa, chi fruisce dell’asilo sono persone che lavorano e che ora, oltre a pagare tutti i mesi una retta che non prevede un rimborso per i giorni in cui l’attività viene sospesa, dovranno pagare anche una babysitter. E’ scandaloso. Al momento non sappiamo neanche quanto tempo ci vorrà per risolvere il problema”.

Immediate le reazioni del mondo della politica. In una nota stampa il consigliere comunale Pdl, Federico Rocca, commentava ieri con queste parole la situazione in cui versa l’istituto, ad oggi ancora chiuso: “Quanto sta accadendo nelle scuole del Municipio XV è a dir poco preoccupante. Problemi strutturali, mense, cibi, infiltrazioni e ora i topi.

Inutile che il Municipio tenti di scaricare per l’ennesima volta le sue responsabilità sul Campidoglio, perché alcuni interventi gli competono direttamente e, laddove ci sono altri danni strutturali, sappiamo che purtroppo sono frutto di una mancata manutenzione perpetrata negli anni. Mi auguro che quanto prima si intervenga per ripristinare il regolare svolgimento delle lezioni, poiché si stanno causando numerosi disagi ai genitori e agli alunni che continuano a perdere giorni di scuola.

Pronta la risposta del presidente del Muicipio XV, Gianni Paris, che oggi ha commentato la vicenda parlando della riapertura del nido prevista per domani:  “All’asilo nido Bussola d’oro sono stati messi in campo tutti gli interventi possibili per fronteggiare il problema dei topi e prevediamo di riaprire domani, dopo gli ultimi controlli. Le operazioni di derattizzazione sono iniziate subito dopo la chiusura dell’asilo e, pur comprendendo il disagio dei genitori, come sempre la cosa più importante è la sicurezza dei bambini e del personale.

Purtroppo questo nido è circondato da un’area che si presta all’insediamento di topi, come succede in molte altre zone cittadine. Per esempio, nel quartiere Marconi, per il quale abbiamo dovuto contattare più volte l’AMA per delle derattizzazioni. E il problema dei topi nella scuola Pascoli si può far risalire anche all’ambiente circostante. Tanti anni di incertezze, ristrettezze e incuria capitolina hanno portato il patrimonio scolastico in una generale situazione di degrado perché la mancanza di fondi non permette prevenzioni efficaci.”

Il Presidente non ha però risparmiato critiche all’amministrazione comunale ancora alle prese con l’approvazione del Bilancio e con la mancanza di fondi per far fronte ad emergenze di questo genere: “Il paradosso è che gli stanziamenti per fare questi interventi sono terminati e se non si approva il Bilancio del Comune di Roma, che da preventivo è diventato triste consuntivo, siamo costretti ogni volta a fare uno storno su fondi razionati e provvisori. In queste condizioni tutti i municipi devono rincorrere le emergenze senza alcuna possibilità di organizzare una seria programmazione. Riusciamo pure a fare l’impossibile ma per i miracoli ci dobbiamo attrezzare.”


Anna Paola Tortora