Home Municipi Municipio XI

Evacuata scuola Sciascia di via Lupatelli

SHARE

Questa mattina è stato evacuato l’edificio che ospita la scuola Sciascia di via Lupatelli a causa di un cedimento del pilastro del teatro sottostante. Intervengono le forze politiche del Municipio XV.


“Questa mattina l’edificio che accoglie il Plesso Sciascia, tra via Lupatelli e via Baffi, è stato evacuato a causa di un problema a un pilastro del sottostante Teatro. Probabilmente il cedimento si è manifestato nelle ore notturne se non addirittura nell’arco della mattinata – ha dichiarato Gianni Paris, Presidente del Municipio XV – Gli operai della ditta incaricata di altre manutenzioni dal Municipio, mentre lavoravano al piano superiore, hanno rilevato uno schiacciamento del pilastro, causato da un fenomeno di compressione di cui verrà accertata l’origine al più presto.

Si è subito provveduto alla evacuazione e chiusura della scuola e sono in corso tutte le attività del caso alla presenza deli Vigili del Fuoco, Vigili Urbani e Polizia, mentre già è fissato l’appuntamento con la Commissione Stabili Pericolanti del Dipartimento XII del Comune di Roma. Tra l’altro, la situazione idrogeologica del suolo di questo quadrante cittadino dovrebbe suggerire al Campidoglio una particolare attenzione che invece non riscontriamo, come in molti altri casi che toccano drammaticamente cittadini e famiglie.

Questo ennesimo episodio è il risultato di quattro anni di incuria e mancati investimenti per la manutenzione scolastica. Le condizioni del patrimonio scolastico ci stanno impegnando in innumerevoli interventi ma i Municipi sono soli e il XV è particolarmente colpito. Speriamo che la Giunta Alemanno e la destra in generale, invece di continuare con commenti allarmistici o beceri ad ogni evento, pensino finalmente al benessere dei cittadini e alle esigenze dei Municipi che come enti di prossimità devono provvedere con le scarse risorse assegnate”.

Sulla questione è intervenuto anche Marco Palma, Consigliere Pdl al Municipio XV e Presidente della Commissione Controllo e Garanzia: “Si è trattato di un dissesto strutturale consistente di natura statica che ha riguardato un pilastro presso il teatro della scuola. Nel recente passato ed a seguito di danneggiamenti subìti dal terremoto dell’Aquila, il teatro era stato chiuso ed a seguito dei lavori è stato riaperto meno di un anno fa. L’evacuazione dei locali ha garantito l’incolumità dei bambini e del personale presente all’interno della struttura. Domani interverrà la Commissione stabili pericolanti del Comune di Roma che, di concerto con i Vigili del Fuoco, verificheranno l’entità del problema. Presenterò – ha continuato Palma – una nota nella qualità di Presidente della commissione controllo e garanzia ed un’interrogazione che segue quella già inoltrata per la vicenda del nido Lidio D’oro proprio per capire in che condizione si trovano le scuole di questo territorio sia in ordine alla manutenzione ordinaria che rispetto a fenomeni straordinari come questo che mettono a repentaglio la vita e la salute dei bambini e del personale che opera all’interno”.”Problema teatro fu già segnalato, già c’erano stati pilastri di sostegno dopo L’Aquila”

“Quanto avvenuto oggi al plesso Sciascia di Via Lupatelli a Villa Bonelli – ha dichiarato Augusto Santori, Consigliere Pdl al Municipio XV – sta preoccupando le decine di famiglie che portano ogni mattina i propri bambini a scuola, ma i problemi strutturali riscontrati oggi non sono purtroppo una novità né di questo quartiere né soprattutto della Sciascia e del suo teatro. Era il febbraio 2011 quando con un’apposita nota denunciai la questione relativa al teatro e chiesi al Presidente Paris un intervento repentino ma certo (qui il link della richiesta) considerato che dal terremoto de L’Aquila in quel teatro furono posizionati dei pilastri in ferro a sostegno dei soffitti. Spero che il venir meno di quei pilastri nel tempo e la probabile mancanza di interventi strutturali non siano tra le cause di quanto accaduto oggi e cioè a quanto sembra dell’implosione di uno dei pilastri che si trovavano proprio a fianco di quello che era sorretto da un apposito supporto in ferro. In attesa dell’arrivo dell’ingegnere strutturista che avverrà nel pomeriggio e del sopralluogo della Commissione Stabili Pericolanti di Roma Capitale che avverrà domani alle 12,30 – continua A. Santori – auspico che entro breve i bambini possano rientrare a scuola nella massima sicurezza, senza però non sottolineare il fatto che è l’ennesimo cedimento che si registra nell’area di Villa Bonelli e che da mesi vado denunciando agli organi competenti, compresa la tubatura che a pochi passi dalla scuola, in Via Laurantoni, è esplosa proprio stamane. Voglio però ringraziare i Vigili del Fuoco, gli uffici tecnici, la Direttrice del Municipio XV, la Polizia Locale di Roma Capitale, la Polizia di Stato del commissariato San Paolo, i Carabinieri della stazione Villa Bonelli e il personale scolastico – conclude Santori – che hanno provveduto all’evacuazione della scuola e dell’adiacente piscina comunale con estremo ordine e senza alcun panico, oltre che per il lavoro che stanno svolgendo da qualche ora a questa parte in loco”.