Home Municipi Municipio XI

Municipio XI: riorganizzazione degli ambiti per sette scuole periferiche

Lanzi (Pd): “Decisione grave che colpisce i quartieri più periferici, dove ci sono maggiori difficoltà”

SHARE

MUNICIPIO XI – Ancora una volta è la riorganizzazione degli ambiti scolastici a finire al centro del dibattito politico. In questo caso a fare le spese di questa attività di razionalizzazione, che porta ad accorpare diverse strutture per diminuire i costi di gestione, sono i territori periferici del Municipio XI.

SETTE SCUOLE COINVOLTE NELLA RIORGANIZZAZIONE

A prendere parola sono il Gianluca Lanzi, candidato presidente del Municipio XI per il centrosinistra e Adriano Sias, presidente del Consiglio di Scuola della Bruno Ciari di via dei Sampieri: “Da oggi sette scuole della fascia periferica del nostro Municipio, Bruno Ciari, Gradenigo, Placido Martini, Chiaramonti, Ponte Galeria, Lirio d’Oro e Coccinella Curiosa non avranno più le loro funzionarie a causa della riorganizzazione degli ambiti voluta dal Campidoglio”. Un’operazione, come già detto, volta alla razionalizzazione dei costi, ma che spesso genera malcontento tra i genitori.

CRITERI SOLAMENTE GEOGRAFICI

“Servizi di eccellenza vedono interrotti i propri percorsi virtuosi a causa della ripartizione attraverso criteri meramente geografici e di prossimità territoriale – seguitano Lanzi e Sias – che non tengono conto delle specificità. È una decisione grave che colpisce i quartieri più periferici, dove ci sono maggiori difficoltà e con la più alta dispersione scolastica del nostro Municipio. Auspichiamo che si torni indietro quanto prima, ridando parola ai territori che finora sono rimasti inascoltati”.

Red

(Nella foto la Scuola Placido Martini)