Home Notizie Cronaca Roma

La Biennale dei Ragazzi: 365 giorni di cinema, teatro e letteratura per i più piccoli

SHARE
biennaledeiragazzi

Più di una manifestazione culturale: un percorso formativo che coinvolgerà scuole e famiglie durante tutto l’anno

 

IL PROGETTO – A Roma un incontro tra giovani e creatività lungo un intero anno. È la biennale dei ragazzi, progetto inaugurato dall’associazione PlayTown Roma e sviluppato grazie a una collaborazione con regione, comune e camera di commercio, che si rivolge ai più piccoli con una proposta culturale che per 365 giorni li coinvolgerà in una serie di attività tagliate su misura per loro. Non una mostra espositiva, quindi. E neppure una semplice rassegna. Piuttosto un laboratorio di idee che prendono forma in tante iniziative che toccheranno le scuole e gli spazi culturali della capitale.

ARTE E FORMAZIONE – L’idea è quella di superare il concetto della manifestazione spot, per aprire invece un percorso di formazione e di partecipazione attiva in maniera permanente. Gianluca Giannelli e Fabia Bettini, ideatori del progetto, sottolineano questo aspetto: ” “I festival ed i grandi eventi, per loro natura, si accendono per pochi giorni dopo un intero anno di lavoro preparatorio. Noi immaginiamo di rovesciare questa logica, mirando a trasformare l’evento in un’esperienza di formazione e di laboratorio attivo e permanente durante tutto l’anno”.

TRE FILONI – Si punta su cinema, teatro e letteratura, portando fra i ragazzi le proposte più innovative elaborate in questi ambiti. Lungo ciascuno di questi tre filoni si sonderà un programma di appuntamenti e di attività, nell’ambito di macro eventi tematici che abbracciano le tre discipline: La tribù dei lettori” per la letteratura, “Alice nella città” per il cinema e “Il teatro dei ragazzi” per la cultura teatrale.

GLI APPUNTAMENTI – Già gli ultimi giorni di maggio hanno visto piccoli e famiglie della capitale aprirsi al mondo del libro con “La Tribù dei Lettori”, fra interessanti proposte editoriali e pic nic letterari.
In autunno, dal 17 al 21 ottobre, si aprirà la sezione dedicata al cinema nell’ambito di “Alice nella Città”, appuntamento parallelo al festival internazionale del film di Roma, con una programmazione indipendente che propone tematiche incentrate sul mondo dei giovani. Attesissima la pellicola The Young and Prodigious Spuver del regista Jean-Pierre Jeunet, che in passato ha portato sugli schermi “Il Favoloso Mondo di Amelie” e “Una Grande Domenica di Passioni”.
A dicembre sarà la volta dell’incontro con il teatro, a cura dell’attrice Michela Cescon, che toccherà le sale teatrali romane di centro e periferia. Ma non si esaurisce in questi eventi il progetto della biennale: si andrà avanti con il lavoro nelle scuole. E ogni due anni il grande appuntamento collettivo, con una manifestazione che raccoglierà i risultati di tutte le attività condotte negli istituti.

Valeria Torre