Home Notizie Cronaca Roma

Scompare a Roma il Rabbino Elio Toaff

SHARE
toaff

Aveva 99 anni, cinquanta dei quali dedicati alla comunità romana

LA SCOMPARSA – È scomparto ieri sera poco prima delle 20 il capo emerito della Comunità ebraica romana, il Rabbino Elio Toaff. Si è spento nella sua casa a pochi passi dal Tempio Maggiore di Roma. La notizia della morte di questo importante pezzo dell’ebraismo italiano, è stata data dal portavoce della comunità, Fabio Perugia, che ha comunicato: “In queste ore apriremo i templi per pregare per l’anima di Rav Toaff, la più grande guida spirituale e rabbinica che la Comunità ebraica italiana ha conosciuto”.

LA VITA – Elio Toaff aveva 99 anni, nato a Livorno nel 1915, è stato uno dei principali artefici del dialogo con la Chiesa di Roma. Sfuggito ai tentativi di deportazione durante il secondo conflitto mondiale, diviene nel 1951 Rabbino capo della Comunità romana. Pone le basi per il dialogo con il Vaticano, fino a raggiungere, il 13 aprile del 1986, la visita di Giovanni Paolo II al Tempio Maggiore di Roma.

IL CORDOGLIO – “Un pensiero carico di gratitudine e affetto per il rabbino Elio Toaff, grandissimo italiano e uomo simbolo della comunità ebraica”, ha scritto su Twitter il presidente del Consiglio, Matteo Renzi. “Se ne è andato l’uomo della ricostruzione, un gigante del Paese, che ha combattuto anche nella Resistenza – ricorda Riccardo Pacifici, presidente della Comunità ebraica della Capitale – il Rabbino che ha costruito il risorgimento ebraico romano dopo la Shoah, restituendo una dignità e il fasto che pensavamo di aver perduto per sempre”. Dala Capitale è il Sindaco Marino ad esprimere il suo cordoglio per la scomparsa: “Un uomo di grande valore che ha dedicato la sua vita alla spiritualità, al dialogo interreligioso, alla memoria e alla conoscenza. Nel dopoguerra ha avuto il difficile compito di guidare le comunità ebraiche italiane, restituendo la speranza agli uomini e alle donne che avevano perso tutto e vissuto l’orrore e la barbarie del nazifascismo”. È poi l’Assessore Paolo Masini, con delega alla Memoria, a ricordare Elio Toaff: “La sua instancabile opera di mediazione tra le diverse confessioni ha regalato a questa città e non solo momenti importantissimi di dialogo interreligioso – seguita – Ho avuto il privilegio di conoscere il rabbino Toaff e porterò sempre con me i suoi insegnamenti. Roma Capitale, di concerto con la Comunità Ebraica, farà di tutto per onorare al meglio la sua memoria”.

LM