Home Rubriche Food & Beverage

Meggy’s Burger, da Masterchef con furore

SHARE
MeggysBurger

Lo ammetto: non so assolutamente come sia possibile che siano passati così tanti mesi dalla mia ultima ricetta. Sono letteralmente volati: tra una laurea (chiamatemi dottoressa chef, prego), un lavoro e un altro, un imminente trasloco, un po’ di ferie e un rifiuto totale nei confronti della scrittura che mi pare normale dopo mesi a scrivere tesi, questa schifosa giornata settembrina sembra fatta apposta per rimettersi all’opera.

 

Non che mi sia fatta mancare il cibo in questi mesi, quello mai eh! Anzi, è ora di fare un riepilogo di tutto quello cucinato in questo  periodo e di farvi mettere in pari!

Cominciamo subito con una ricetta di una delle concorrenti di Masterchef che ho voluto provare: gli hamburgeroni gourmet sono decisamente la moda gastronomica del momento e con questo capirete quanto sia facile realizzarne anche a casa per una serata come in birreria!

La concorrente che lo ha inventato, Margherita, credo sia trentina o tirolese o qualcosa del genere (siamo li!) quindi gli ingredienti sono piuttosto saporiti e montani, per cominciare l’autunno mi sembrano perfetti!

Ingredienti per 4 persone:

– formaggio Fontal, 4 fette
– speck trentino, 50 gr.
– cipolle bionde, 2
– macinato di manzo, 800 gr.
– uova, 2
– senape di Digione, 4 cucchiai
– panini da hamburger, 4
– insalata trentina, 4 foglie
– miele, 4 cucchiaini
– speck trentino, 4 fette
– uovo (per la maionese), 6 tuorli
– succo di limone, 4 cucchiai
– senape di Digione (per la maionese), 4 cucchiai
– paprika forte, q.b.
– pepe nero, q.b.
– sale, q.b.
– olio evo, q.b.

Prima di tutto non ci agitiamo! Sono tanti ingredienti ma la ricetta è molto semplice, garantito!

Iniziamo mettendo in una ciotola la carne macinata, mezza cipolla e lo speck (lasciate da parte le 4 fette) ben tritati. Aggiungete le uova, la senape, il pepe nero, la paprika ed il sale. Impastate bene e lasciate ad insaporire.
A parte affettate la cipolla avanzata molto sottile. Fatela soffriggere leggermente in un padellino con un goccio di olio poi sfumate con mezzo bicchiere d’acqua e un cucchiaio di miele. Aspettate che si asciughino e poi spegnete il fuoco.
In un padellino antiaderente ben scaldato fate cuocere il formaggio per qualche minuto finché non sarà dorato e croccante. Una volta finito fate lo stesso con lo speck, non lo bruciate troppo ma fate in modo che sia goduriosamente croccante!

Prima di affrontare la cottura degli hamburger prepariamo la maionese così potrà riposare in frigo qualche minuto. Servirà un frullatore ad immersione ed un bicchiere alto tipo frullato, se non ne avete potrete semplicemente usare la maionese in barattolo a cui mischierete la senape (o farla a mano se siete coraggiosi!). Se invece siete attrezzati mettete i tuorli ed il succo di limone nel bicchiere ed iniziate a montarli con il frullatore aggiungendo l’olio a filo fino ad ottenere un bel composto spumoso ed omogeneo.

A questo punto aggiungete delicatamente la senape, anche in grani se vi piace, e lasciate da parte come detto.
Ora riempite un coppapasta  da circa 8 cm di diametro, o un qualsiasi stampino adatto, con un paio di cucchiai di impasto di macinato, compattate bene con il dorso del cucchiaio e se, come è successo a me, dovessero uscire facilmente dallo stampo mantenendo bene la forma, metteteli a cuocere in una bella padella antiaderente. Sennò iniziate la cottura con tutto il coppapasta che sfilerete delicatamente a cottura avanzata. Rosolateli bene poi abbassando la fiamma cuocete qualche altro minuto per lasciare l’interno rosato ma caldo.

Ora l’assemblaggio: aprite i panini e spalmate un cucchiaio di maionese su entrambe le metà, mettete una bella foglia di insalata, il formaggio, l’hamburger, le cipolle caramellate e lo speck croccante.

Stappate una birra gelata e buon appetito.. Noi ce li siamo litigati!

Ovviamente questa ricetta può essere uno spunto per creare il vostro hamburger gourmet preferito, si possono aggiungere tante varianti dalle verdure grigliate o fresche, un tipo di carne diverso, la maionese, che so, al basilico o piccante, del formaggio filante invece che croccante.. provatene uno anche voi e fatemi sapere!

Ora devo recuperare un po’ di tempo perduto poi cercherò di raccontarvi qualche dettaglio del giorno della mia laurea (chi mi conosce sa che sono un tipo tranquillo, non avrò mica minacciato di strozzare un tecnico audio?!) o del cambio di casa che aspetta i coniugi Iron entro la fine dell’anno e dei conseguenti lavori in una casa nuova.. secondo voi quanto sarà grande la mia nuova cucina?! A presto 😉

Armenia Baghdighian