Home Municipi Municipio XI

Corviale: l’istituto scolastico Mazzacurati resta chiuso

L’opera di riqualificazione di Corviale continua, ma la scuola ancora non apre i battenti

Tratto da Urlo n.195 novembre 2021

CORVIALE – Uno dei primi temi affrontati nel Municipio XI dal neo Presidente Gianluca Lanzi, all’inizio del nuovo mandato amministrativo, è la situazione di Corviale, sia per quel concerne il plesso di via Mazzacurati, sia per la consegna degli appartamenti e la riqualificazione del quarto piano del Serpentone, sulle quali sta operando la Regione Lazio. Nei giorni scorsi Lanzi ha fatto un punto della situazione sulla scuola, che stando alle ultime dichiarazioni della scorsa amministrazione, sarebbe dovuta essere aperta e in funzione già dal mese di settembre, limitandosi, per ora, ad informare che “insieme al Dipartimento SIMU di Roma Capitale, l’ufficio tecnico del Municipio XI, il dirigente scolastico, gli insegnanti dell’Istituto Comprensivo “Fratelli Cervi” e i genitori, ho fatto un sopralluogo alla scuola Mazzacurati, a Corviale, per monitorare lo stato di avanzamento dei lavori”.

Ads

LA RIQUALIFICAZIONE DEL SERPENTONE

Lanzi ha parlato inoltre di ‘riqualificazione spedita’ per quanto riguarda gli interventi del ‘quarto piano’ del Serpentone di Corviale, in seguito alla consegna di nuovi alloggi avvenuta il 26 ottobre scorso ad opera della Regione Lazio. Sono già 38 gli alloggi assegnati e la speranza è che si arrivi a 50 già entro quest’anno: “Quello di oggi è un ulteriore passo verso la riqualificazione del quarto piano, un progetto che era stato accantonato e che grazie alla Giunta Zingaretti è stato finanziato e finalmente si sta realizzando – ha commentato in una nota l’Assessore all’Urbanistica di Roma Capitale, Maurizio Veloccia, già Vice Capo Gabinetto in Regione – Un progetto, questo, che fa parte di un programma più ampio di riqualificazione di tutto il quadrante di Corviale. Penso al laboratorio nato grazie alla collaborazione con l’Università Roma Tre, ai lavori sul Campo dei Miracoli del Calcio Sociale e alla riqualificazione delle aree verdi al centro del palazzone – e ancora – Con la nuova Amministrazione comunale questo processo di trasformazione potrà essere ampliato e rafforzato con il progetto di rifunzionalizzazione dei locali che si trovano nella parte centrale del quadrante, la riapertura del Farmer’s Market e l’apertura, al più presto, della scuola Mazzacurati”.

L’ANALISI DELL’OPPOSIZIONE

Alcuni dettagli sui ritardi nell’apertura della scuola, un problema molto sentito dalla cittadinanza, arrivano da Valerio Garipoli, confermato consigliere con Fdi in opposizione nel Municipio XI: “Sto monitorando con il Dipartimento SIMU di Roma Capitale, l’ufficio tecnico del Municipio XI e il dirigente scolastico lo stato avanzamento dei lavori in corso all’interno della struttura e legati al secondo e ultimo stralcio che riguarda il teatro, la palestra e alcune aule. I lavori completi sarebbero dovuti terminare prima dell’estate e quindi per l’anno scolastico 2021-2022. Al termine del primo stralcio, a settembre 2020, parte del plesso e 17 aule erano pienamente fruibili. Tanti però i lavori e la messa sicurezza ancora da completare: dall’impianto di sorveglianza al citofono, dalla verifica di infiltrazioni dal tetto alle porte di sicurezza, sino alla mensa ancora non utilizzabile. Dopo dieci anni bisogna accelerare e completare i lavori al fine di garantire l’utilizzo dell’intera struttura”. Sulla questione non mancano gli interventi della Lega, con il capogruppo Daniele Catalano ed il consigliere Enrico Nacca: “Restano da risolvere problemi di natura tecnica per il collaudo degli impianti elettrici e del gas. Noi attendiamo l’insediamento delle Commissioni per poter presentare una nostra interrogazione, con la quale chiederemo di essere informati nel dettaglio della situazione e soprattutto per capire quando potrà avvenire l’apertura di questa scuola che tanti ragazzi e cittadini attendono da tempo”.

Marta Dolfi

Previous articleVigna Murata: ancora incidenti, è ora di agire
Next articleMunicipio XII: a che punto sono i lavori sul Parco Tarra?