Home Cultura Cinema

Al via la Festa del Cinema di Roma

SHARE

Al via oggi il Festival Internazionale del Film di Roma. Ecco un breve vademecum ai film in (e fuori) concorso.


23 film per duemilatrecentocinquantotto minuti di proiezioni. Questi i numeri delle due sezioni principali della settima edizione del Festival Internazionale del Film di Roma, la prima targata Marco Müller, nuovo padrone di casa dopo il benservito recapitato a Piera Detassis. Per orientarsi al meglio nei meandri del tappeto rosso, proponiamo un breve calendario delle proiezioni in programma all’Auditorium Parco della Musica.
Tra i film in concorso, il primo ad esordire sarà “Il canone del male” di Takahashi Miike, mentre il 10 novembre verranno presentati “Main dans la Main” di Valérie Donzelli e “Alì ha gli occhi azzurri” di Claudio Giovannesi.
Il giorno successivo sarà aperto dal russo Alexey Fedorchenko ed il suo “Spose celesti dei mari della Pianura”, cui farà seguito il cinese Feng Xiaogang con “1942”.
Il 12 novembre sarà il turno di Pappi Corsicato con “Il volto di un’altra” e dell’americano Larry Clark con “Marfa girl”.
“Mai morire” di Enrique Rivero è invece l’unica proiezione tra i film in concorso posta in programma per il 13 novembre.
Il giorno seguente, “Ixjana”, film dei polacchi Józef Skolimowski e Micha? Skolimowski, precederà “E la chiamano estate” di Paolo Franchi.
Per il 15 novembre, penultimo giorno dedicato ai film in concorso, sono previsti in cartellone “Un enfant de toi” di Jacques Doillon e “A glimpse inside the mind of Charles Swan III” di Roman Coppola; mentre il giorno di chiusura verranno proposti “Eterno ritorno: provini” di Kira Muratova e “The motel life” di Gabriel ed Alan Polsky.
Nondimeno interessante è la sezione dei film fuori concorso. Tra il 9 al 17 verranno proiettati: “Aspettando il mare” di Bakhtyar Khudojnazarov (9/11); “Mental” di P.J. Hogan (10/11); “Populaire” di Régis Roinsard (11/11); “Il cecchino”di Michele Placido (12/11); “The twilight saga: Breaking dawn – Part II” di Bill Condon (13/11); “La bande des Jotas” di Marjane Satrapi (16/11); per chiudere il 17 novembre con il tris d’autore firmato da Manuel Pradal con “Tom le cancre”, “Black star” di Franco Castellani e “Una pistola en cada mano” di Cesc Gay.

Simone Dell’Unto