Home Cultura Libri

Realismo Capitalista di Mark Fisher

SHARE

Realismo capitalista” ha rimesso sul banco il problema del rapporto tra individuo e mondo. Il suo autore è stato precursore di molte cose, proviamo per lui la meraviglia che si riserva a uno studioso di valore, a colui che ha saputo andare sino in fondo e portare a compimento un’esperienza fondamentale, accettandone tutti i rischi e la fatica del pensiero. Fisher è stato critico musicale e teorico di cultura pop, scriveva su magazine e quotidiani e teneva un blog personale, K-Punk. Uscito per la prima volta nel 2009 – tradotto in Italiano da Valerio Mattioli e pubblicato oggi da Nero Edizioni – questo libro è un concentrato di riflessioni. Fisher ha elaborato, in maniera drammatica e urgente (ma con grazia e senza parlare a vuoto), una tesi apparentemente facile ma evidentemente necessaria, perché per nulla scontata: il capitalismo ha cancellato la possibilità di considerare alternative, ha riempito lo spazio della nostra immaginazione, neutralizzando la capacità di progettare il futuro o pensare di costruire una realtà altra, consegnandoci a uno stato di rassegnazione continua o alla dimenticanza. Il risultato è la confusione, al punto che se i sistemi possibili guardano con diffidenza agli intellettuali, probabilmente coloro che credono di resistere – seppur contro la loro volontà – ci sono dentro fino al collo.

Mark Fisher

Nero Editions 2018

Euro 13

Ilaria Campodonico