Home Cultura Musica e Rumori di Fondo

I Melissa ci provano con Sanremo

SHARE
RDF - Melissa

I Melissa sono una realtà musicale romana dal 2001. Anni di esperienza, professionalità e tenacia gli hanno fatto guadagnare importanti svolte.

L’ultima, l’accesso alla finale di Sanremo Rock 2009, opportunità data a soli 20 gruppi, che ha permesso loro di essere proposti alla commissione adibita alla scelta degli artisti di Sanremo 2010. Ascoltateli su www.melissaband.com!

Come è andata questa avventura a Sanremo Rock?

È stata un’esperienza molto importante sotto tutti i punti di vista. La manifestazione senza dubbio ci ha dato una grossa visibilità sul territorio nazionale, soprattutto grazie al risultato che abbiamo ottenuto. Circa 10.000 band si sono proposte per l’evento, ma solo 80 sono state chiamate per le semifinali. Una volta esibiti e raggiunta la finale, siamo riusciti a classificarci tra i primi 5 e a guadagnare la possibilità di presentare il brano direttamente alla giuria del Festival di Sanremo 2010. Da quel momenti in poi abbiamo avuto una maggiore consapevolezza nei nostri mezzi pur sapendo di essere soltanto all’inizio.

Il vostro genere si differenzia da un certo pop tradizionale italiano per l’introduzione delle percussioni elettroniche. Come mai avete scelto di usare di questo strumento?

È stata un’idea partorita dal confronto con la band ed è nato tutto da un’intuizione della stessa. Se vogliamo, le percussioni elettroniche sono la chiave del nostro sound. La nostra idea era quella di creare un ambiente che avesse delle sonorità particolari, più ricercate, ma che allo stesso tempo non soffocasse il messaggio che volevamo trasmettere, quello delle parole, quello del testo. Con l’introduzione di questo strumento, devo dire che ci siamo riusciti.

Vi differenziate anche per il voler essere totalmente indipendenti, cioè non avete né management né casa discografica. Questa è stata una scelta?

Si, inizialmente è stata una scelta. Volevamo misurarci da soli e metterci in discussione, con ottimi risultati devo dire. Oggi che la squadra si sta allargando, valutiamo gran parte delle proposte. Alcune ne sono già arrivate, col tempo vedremo il da farsi. L’esperienza di Sanremo Rock 2009 ha creato le basi per avviare un’importante collaborazione con una società di management, che ci accompagnerà in quella che è la nostra avventura.

Dateci un vostro parere sulla scena dei gruppi emergenti in Italia. Di modi per emergere non ce ne sono poi tantissimi e spesso si deve scendere a compromessi. Cosa ne pensate?

Molto spesso manca l’aggancio fondamentale per spiccare il volo verso il mondo dei big. Non è semplice arrivare, poiché da dentro ci si rende conto che non è solamente una questione musicale ma anche di personalità, di determinazione e di sapersi proporre alle persone giuste, nel momento giusto. Sono equilibri illusori che tagliano le gambe anche ai più volenterosi. Ma il bello delle sfide sta proprio nel fatto di non arrendersi mai. Ed è per questo che noi ci siamo ancora dentro.

Marco Casciani