Home Cultura Teatro

Teatro Allo Scalo: si riscoprono Patroni Griffi e Valli

SHARE
maschere

Nasce vicino allo scalo merci del quartiere San Lorenzo, e come uno scalo (culturale) continua ad operare. Sempre attivo, alla confluenza di apporti diversi e con un’attenzione privilegiata alla cultura popolare, quella creata e partecipata da tutti. Una filosofia che trova espressione nelle parole di Sandro Torella, attore, regista, direttore artistico nonché ideatore e fondatore del Teatro Allo Scalo, che racconta così il progetto: “Vogliamo esprimere qualcosa di diverso dal comune modo d’intendere la vita sociale individuale e anche spirituale, fare in modo che il Teatro torni ad essere quello che è realmente, una semplice esigenza umana di esternazione, pura e incondizionata”. E da poco meno di un anno Allo Scalo si impegna concretamente nell’attività teatrale su tutti i fronti. Oltre a una programmazione, che anche per quest’anno si muoverà attraverso Sciascia, Mia Martini, Berto, la commedia come il dramma, il teatro di prosa come l’improvvisazione, molte energie vengono spese anche nella formazione attoriale, con corsi rivolti a neofiti e ad attori esperti, un esempio su tutti The Actor’s Work, un cammino di 30 lezioni dentro il metodo Stanislavskij guidato da Danny Lemmo, membro a vita dell’Actors Studio statunitense. In coerenza ad un percorso attoriale che “non è l’acquisizione di un bagaglio di dotazioni tecniche ma un vero e proprio viaggio dentro se stessi alla scoperta dell’inconscio umano”. E se per scoprirsi è necessario comunicare, è questo il centro dello spettacolo che vi segnaliamo, Prima del silenzio, firmato da Patroni Griffi nel 1979 e la cui regia fu affidata all’altro grande nome che in quegli anni, insieme proprio a Patroni Griffi e Giorgio De Lullo, guidò l’attività del Teatro Eliseo, Romolo Valli. Proprio per la morte improvvisa di Valli lo spettacolo non continuò a raccogliere il successo che si era meritato ma ora torna sulla scena. Dal 6 al 24 ottobre al Teatro Allo Scalo sarà possibile assistere a questa commedia-dramma della (non)comunicazione, in cui a scontrarsi sono un uomo ormai di mezza età e un giovane non più adolescente, portatori ognuno di un valore individuale della comunicazione. Uno convinto ancora dell’efficacia delle parole, che arrivano a mettere ordine nel mondo, un altro disincantato, che si serve di esse solo per descrivere, richiamare la realtà. Una prova impegnativa e coraggiosa ma che rende ancora più palpabile lo spirito che anima l’attività del Teatro Allo Scalo e del suo direttore, che con una fiducia che sembrerebbe quasi “fuori moda” commenta: “Auspico che in un futuro si possa parlare del nostro lavoro come una piccola novità in un mondo sempre più uguale a se stesso, in un trend di declino morale”.

Informazioni:
Prima del Silenzio
Dal 6 al 24 ottobre
Teatro Allo Scalo , via dei Reti 36 (San Lorenzo)
06/83602262

Stefano Cangiano