Home Municipi Municipio IX

Centro Elsa Morante: il polo resta chiuso in attesa di interventi

Le chiavi dell’Elsa Morante tornano al Municipio IX, ma prima del nuovo bando servono interventi per 40mila euro

SHARE
elsa morante centro repertorio

LA STORIA – Nel 2010 il Centro Elsa Morante venne assegnato dall’allora Dipartimento Periferie a Zetéma. La riconsegna al Municipio IX è avvenuta il 30 giugno del 2015, con gravi carenze di manutenzione (probabilmente mai effettuata) dell’impianto di raffreddamento/riscaldamento del Centro. Nel luglio-agosto del 2016, con una successiva proroga al 30 novembre, la struttura è stata data in concessione ad Arene di Roma, visto che alcuni locali (due padiglioni) e lo spazio esterno restavano comunque fruibili. Lo stesso Municipio IX nel novembre del 2016 ha poi approvato una risoluzione per chiedere il ripristino della struttura e la consecutiva messa a bando degli spazi. Da una Commissione Cultura capitolina del 6 febbraio scorso, si è appreso che l’entità dei costi di intervento si aggira attorno ai 40mila euro, una cifra non eccessiva da impegnare, ma che si sta scontrando con una difficoltà tutta amministrativa.

LE COMPETENZE – “Il problema – ci spiega il Consigliere municipale del M5S, Giulio Corrente – è capire quale sia il Dipartimento che si deve occupare di stanziare questi fondi”. Infatti la struttura oggi non risulta in carico al Dip. Patrimonio, quindi il SIMU non può intervenire. Purtroppo al momento è difficile indicare una tempistica precisa: “Una volta risolta questa vicenda amministrativa – seguita Corrente – speriamo che i tempi per un bando e per l’assegnazione siano brevi”.

IL BANDO – Purtroppo prima che il Comune sia in grado di predisporre un bando sulla struttura dovranno essere effettuati gli interventi necessari sugli impianti. “Ciò che come Municipio abbiamo chiesto è che il bando sia partecipato – aggiunge il Consigliere pentastellato – che tenga quindi conto delle aspettative e delle esigenze dei cittadini. Inoltre abbiamo chiesto che durante i tempi di espletamento del bando la struttura non resti vuota, ma che possa essere utilizzata dalle realtà culturali del territorio”.

Leonardo Mancini

Tratto da Urlo n.144 marzo 2017

SHARE