Home Municipi Municipio VIII

Ex Air Terminal: il 20 giugno tra testimonianza, cultura e musica

SHARE

Dalla tendopoli della stazione Ostiense l’esperienza della società civile con i profughi.
L’area della Stazione Ostiense è da anni punto di transito non solo per tutti i romani, ma anche di molti senzatetto, profughi provenienti per lo più dall’Afghanistan e rifugiati in attesa del riconoscimento del loro status. Le condizioni in cui versano questi individui sono state più volte riportate dai notiziari e dalla stampa locale in particolare negli ultimi mesi. La situazione è andata peggiorando soprattutto per l’area di Piazzale 12 Ottobre 1492, li dove sorge l’Ex Air Terminal. In questa zona decine di persone cercano ogni giorno di sopravvivere, spesso costretti a vivere per la strada, senza accesso ai minimi standard igienico-sanitari e più di una volta vittime di vessazioni e pestaggi. Bisogna inoltre denunciare che in questa situazione di totale indigenza vivono anche molti minori e Rifugiati che non hanno trovato accoglienza in strutture adeguate. “Da circa due mesi, in un’area limitrofa alla stazione, esiste una tendopoli che ospita oltre cento profughi, e il cui funzionamento è affidato in gran parte al senso di responsabilità e alla capacità di autogestione degli ospiti stessi,” dichiara in un comunicato stampa l’associazione Medici per i Diritti Umani (MEDU). “All’interno di quest’area MEDU, insieme ad altre organizzazioni della società civile, a volontari e singoli cittadini cerca di portare solidarietà, assistenza socio-sanitaria e un minimo di accoglienza”. L’importanza di questo fenomeno, oltre a mostrare l’assoluta necessità di individuare delle soluzioni alternative di tutela, richiama ancora una volta l’attenzione sul grande lavoro che l’associazionismo fa sul nostro territorio, per arrivare dove le istituzioni non riescono ad operare efficacemente. Continua la MEDU: “dall’esperienza di questa tendopoli, necessariamente precaria e provvisoria, ma che ha dimostrato la sua fattibilità anche con risorse limitate, è possibile passare alla realizzazione di un vero e proprio centro di protezione e di tutela nella stessa area: un ponte per l’accoglienza a Roma”. L’associazione ha infatti individuato numerose strutture abbandonate nelle vicinanze dell’ex Air Terminal, fra cui un ponte pedonale coperto che attraversa i binari. Come dichiarano i portavoce dell’associazione: “in un periodo in cui a Roma si inaugurano sul Tevere nuovi e moderni ponti proponiamo la realizzazione di un ponte di civiltà presso la stazione Ostiense, di un centro che garantisca accoglienza e dignità ai profughi che fuggono da guerre e persecuzioni e per i quali la capitale rappresenta il porto di secondo sbarco in Italia”.
La MEDU assieme all’associazione A Buon Diritto e Campagna Welcome, invitano i cittadini a partecipare all’incontro di testimonianza, cultura e musica in solidarietà con i profughi dell’Afghanistan e di tutti i paesi. Tra gli artisti che interverranno ci sono: Paolo Rossi, Acustimantico, Tetes de Bois, Francesco Di Giacomo, Giusi Zaccagnini, Valerio Vigliar, Gretadieu, Criansa, Bucho, Luna Whibbe, Tiziano Turci, Kapitan Mikonos e tanti altri. Tutti assieme per chiedere con forza alle istituzioni “un’assunzione di responsabilità chiara e risorse adeguate affinché vengano garantiti i diritti fondamentali dei migranti forzati”. È un impegno fondamentale come dichiarano i portavoce della MEDU: “al di là quindi del ritardo culturale del nostro paese nell’affrontare la questione rifugiati, delle gravi insufficienze strutturali del sistema di accoglienza ed integrazione per i migranti forzati in Italia, della comprovata inefficacia e iniquità di alcune norme europee sui rifugiati come il Regolamento Dublino 2, Un Ponte per l’accoglienza si pone come proposta nata dal territorio e dalla società civile per contribuire, nei fatti, alla soluzione di un annoso problema di civiltà e accoglienza che affligge la città di Roma”. 

Tra gli Artisti presenti:

Paolo Rossi, Tetes de Bois, Acustimantico, Francesco Di Giacomo, Giusi Zaccagnini, Valerio Vigliar, Gretadieu, Criansa, Bucho, Luna Whibbe, Tiziano Turci, Kapitan Mikonos e altri.
20 Giugno dalle 18.30 Piazzale 12 Ottobre 1492
(EX AIR TERMINAL)

Aderiscono:

Action Diritti in Movimento, Arci Immigrazione, Asinitas, Associazione Socio Culturale Ararat, Associazione Europa Levante , Associazione Somebody, Binario 15, Brigata Garbatella PROCIV-ARCI, Casa dei Diritti Sociali, Centro di Accoglienza Madre Teresa di Calcutta, CIR Consiglio Italiano per i Rifugiati, Circolo PD Esquilino, Cittadini del Mondo, Collettivo Immigrazione Roma PRC, Comunità di Base San Paolo, ESC Infomigrante, Fanfulla, Forum immigrazione PD, La Sosta, Luoghi Comuni Garbatella , Medici Contro la Tortura, Monte Verde Antirazzista, Monte Verde Legge, Popica, Primavera Romana, Primo Marzo, Senza Confine, Strike-Yo Migro

Leonardo Mancini