Home Municipi Municipio VIII

Fdi porta in Campidoglio la chiusura del Centro Alzheimer Tre Fontane

Dopo la chiusura del servizio a febbraio ancora non si hanno notizie sul nuovo affidamento

SHARE

MUNICIPI VIII E IX – Da 12 anni il Centro diurno Alzheimer Tre Fontane presta servizio socio-assistenziale a una quarantina di pazienti dislocati tra il Municipio VIII e il IX, attraverso un protocollo con la ASL. Sono moltissime le attività svolte nel centro della Domus Caritatis, la Cooperativa che fino a pochi mesi fa lo gestiva, variano a seconda delle necessità e delle abilità degli utenti: ginnastica dolce, laboratori teatrali, musica, giardinaggio e laboratori di autobiografia. Questo lavoro, così importante per tanti malati di Alzheimer e per i loro familiari, è purtroppo giunto a uno stop che al momento non sembra facile definire in termini di tempo.

LA CHIUSURA DEL SERVIZIO – Per gli utenti del Municipio VIII, in attesa dell’espletamento del bando per l’assegnazione, il servizio è terminato il 31 dicembre scorso, mentre dal Municipio IX si è riusciti a predisporre un’ulteriore proroga fino al 17 febbraio. Dopo questa data i dipendenti sono finiti in aspettativa non retribuita e il centro ha chiuso i battenti.

L’INTERROGAZIONE – Alla base dei ritardi ci sarebbe l’assenza di alcune certificazioni, così come ci spiegarono nel mese di marzo dai due municipi interessati. Ma ora a riportare l’attenzione sulla vicenda c’è anche una interrogazione urgente presentata dai consiglieri Comunali di Fdi, Andrea De Priamo e Rachele Mussolini, indirizzata alla Sindaca Raggi. Nel tesso viene richiesto se l’amministrazione “intenda procedere all’affidamento del servizio” oppure “se ritengano rinunciabile un supporto così imprescindibile rivolto ai pazienti del centro”. Inoltre l’interrogazione dei due esponenti di Fdi vuole far luce su quanto accaduto e “se non ricorrano i presupposti per specifiche responsabilità amministrative tra i vari soggetti a vario titolo competenti e responsabili nella vicenda”.

LeMa

SHARE