Home Municipi Municipio VIII

Garbatella: via delle Sette Chiese chiusa da ormai quattro mesi

Lo sfogo del minisindaco Ciaccheri: “Raggi si vergogni”

SHARE

GARBATELLA – Durissima la presa di posizione del minisindaco Amedeo Ciaccheri quando afferma che la Sindaca Raggi, in merito alla chiusura di via delle Sette Chiese si dovrebbe vergognare. Il presidente del Municipio VIII in un comunicato ritorna sull’importante arteria di collegamento tra Garbatella Ostiense e San Paolo, chiusa dal 30 novembre scorso. “Via delle Sette Chiese è chiusa da mesi e mesi per il crollo di una parte del giardino sovrastante di Piazza Brin, area in in carico al Campidoglio (Servizio Giardini) – spiega Ciaccheri in una nota – Dopo incessanti pressioni, dal crollo e la relativa chiusura del tratto di strada, la Sindaca Raggi mi ha scritto personalmente il 1° febbraio, rassicurandomi che da lì a trenta giorni si sarebbe giunti ad una positiva soluzione di tutta le vicenda. Ad altri due mesi dalla sua lettera non è successo ancora nulla e la strada è ancora chiusa”.

LA VICENDA – La strada è stata preclusa al traffico il 30 novembre scorso dopo una piccola frana che ha interessato la parete di tufo che la sovrasta. Fortunatamente non ci sono stati danni a cose o persone, ma i Vigili del Fuoco hanno comunque disposto la chiusura. I motivi del crollo sono stati individuati nella mancata manutenzione del Parco Brin, l’area verde che sovrasta questo tratto di strada tra via Adautto e via Cialdi. Da quel momento in poi sono iniziate le richieste di intervento da parte del Municipio VIII che, in un primo momento, hanno incontrato un continuo rimpallo di responsabilità tra diversi settori dell’amministrazione comunale. Una volta accertata la competenza nel Dipartimento Ambiente, le richieste di intervento per la riapertura si sono fatte via via più pressanti con il passare delle settimane. Il 7 dicembre scorso è comunque partita la prima fase dei lavori, con la manutenzione straordinaria del Parco Brin. Gli interventi hanno interessato l’area verde dal lato della scarpata in una fascia di due metri dove le radici, scavando in profondità, hanno provocato la piccola frana. Purtroppo dopo questi primi lavori il Municipio VIII aspetta ancora che si passi alla seconda fase. Il Dipartimento Ambiente dovrebbe infatti affidare l’incarico per l’installazione di una rete metallica di protezione sulla parete di tufo, altrimenti la riapertura della strada è al momento impossibile.

I DISAGI PER IL QUADRANTE – Naturalmente la chiusura di questa arteria ha avuto risvolti sia sulla viabilità del quadrante che sulla raccolta dei rifiuti. Non avendo più sbocchi infatti l’Ama ha dovuto rimodulare il servizio con cassonetti stradali più piccoli e sottodimensionati. “La via è ancora interdetta al traffico veicolare e dei pedoni, cosa non compatibile con il mantenimento di adeguati livelli di sicurezza della circolazione e della fluidità del traffico tra San Paolo e Garbatella, come affermato anche dal nostro gruppo territoriale di Polizia Locale conclude Ciaccheri – Un ritardo ingiustificabile di cui è responsabile direttamente la Sindaca Raggi, incapace a dare seguito alle sue disposizioni e colpevolmente disattenta verso Garbatella e l’ottavo Municipio, tanto da sabotare il lavoro che l’Osservatorio municipale sulla sicurezza ha avviato in questi mesi”.

LeMa


Warning: A non-numeric value encountered in /home/www/urloweb.com/wp-content/themes/Newsmag/includes/wp_booster/td_block.php on line 353