Home Municipi Municipio VIII

I-60: passa ‘in decisione’ il ricorso dei cittadini

SHARE
4300

Mentre si aspetta la sentenza non cessa la mobilitazione: manifestazioni e un Ricorso Straordinario al Presidente della Repubblica

 

L’UDIENZA – Passa ‘in decisione’ il ricorso al Tar del Lazio promosso dai cittadini del Coordinamento Stop I-60 contro l’edificazione su via di grotta Perfetta. Dopo la prima udienza del 22 maggio è una nota del Coordinamento a spiegare ai cittadini la situazione: “Risultato di tale udienza, dopo la discussione della causa da parte dei nostri legali e di quelli dei Consorzi, è stato quello di “mandare la causa in decisione”, come si dice in linguaggio tecnico. Tale risultato è del tutto comprensibile – sottolineano – trattandosi di materia complessa, che si gioca tutta sull’esame delle procedure amministrative, dei carteggi tra i vari organi istituzionali e uffici comunali e regionali, su progetti, cartografie, norme e regolamenti che si sono succeduti negli anni…a partire dal lontano 1910! Ora non ci resta che attendere la sentenza di primo grado, nella speranza che i giudici amministrativi si pronuncino presto”.

I TEMPI – per la pronuncia del Tar non sono facili da calcolare, come hanno spiegato i cittadini del Coordinamento: “Non possiamo annunciare una tempistica ma ci auguriamo presto di avere presto riscontri su quanto sta avvenendo, specialmente per ciò che attiene all’aspetto penale”. Il riferimento riguarda il sequestro di parte del cantiere dell’I-60 e del Parco di Tor Marancia.

NUOVO RICORSO AL PRESIDENTE DELLA REPUBBLICA – Lo ha annunciato il Coordinamento Stop I-60 e riguarderebbe non solo la vertenza di Grotta Perfetta: “Il ricorso straordinario è stato promosso da AssoTutela e Area 167 – associazioni di tutela dei diritti dei cittadini – hanno aderito numerosi comitati romani interessati dalle compensazioni e da altre scellerate ipotesi di lottizzazione: Pietralata, Talenti, Parco degli Estensi, Ottavia, Fleming. Motivo del ricorso, la impugnazione della delibera 91/2013, con cui l’Assemblea capitolina ha deciso di prorogare gli effetti della delibera 70, che riguarda anche Grotta Perfetta”.

NUOVE INIZIATIVE – L’idea dei cittadini è quella di mantenere alta l’attenzione sulla vicenda, anche in relazione agli sviluppi politici della vicenda: “Naturalmente, è proprio in questo delicato momento che dobbiamo indirizzare la nostra azione in modo mirato – spiegano nella nota – Stiamo cercando di mettere in campo varie iniziative di cui vi daremo puntuale informazione. Scopo primario è fare pressione su quelle istituzioni che stanno mantenendo un comportamento a dir poco servile nei confronti degli interessi dei costruttori. A breve organizzeremo una manifestazione in cui sarà indispensabile la partecipazione di tutta quella parte di cittadinanza che è stanca di subire”.

Leonardo Mancini