Home Municipi Municipio VIII

Rifiuti in strada: l’opposizione in Municipio VIII chiede interventi in tempi certi

Il Presidente Ciaccheri annuncia l'esposto per attentato alla salute pubblica, ma il centro destra vuole interventi immediati

SHARE

MUNICIPIO VIII – Da alcuni giorni riportiamo notizia delle difficoltà nel ritiro dell’immondizia nel Municipio VIII. Dopo le rassicurazioni sul ritorno alla normalità in 48 ore (6 luglio scorso) fatte dai vertici dell’Ama al minisindaco Ciaccheri, lo stesso è arrivato quest’oggi a paventare il ricorso ad un esposto per attentato alla salute pubblica, qualora non si riesca ad intervenite con forza in breve tempo.

CHIAREZZA SUI TEMPI – L’indicazione temporale sembrerebbe essere il tema che sembra più di tutti interessare ai consiglieri d’opposizione in Municipio VIII. Dal centro destra infatti gli esponenti di Fi, Simone Foglio e Andrea Baccarelli, assieme a quelli della Lega, Franco Federici e Raffaella Rosati, chiedono chiarezza sulle tempistiche e si schierano contro qualsiasi rimpallo di responsabilità: “Il presidente del municipio ha annunciato un esposto se nel più breve tempo possibile non si ristabilirà una situazione decorosa – scrivono i consiglieri in una nota – A quanto corrisponde questo più breve tempo possibile? Un giorno, una settimana, un mese?”.

INTERVENTI IMMEDIATI – Dal centro destra la richiesta è che il Municipio si attivi immediatamente a tutti i livelli per chiedere la risoluzione di questa emergenza: “Al netto delle gravi responsabilità e inadempienze della giunta Raggi, il neo presidente Ciaccheri si attivi immediatamente col il Presidente della Regione Lazio Zingaretti, suo grande sponsor in campagna elettorale, per intervenire con strumenti di emergenza. No a rimpalli di responsabilità tra municipio comune e regione. I cittadini non ne possono più”.

LE ZONE IN EMERGENZA – Le maggiori criticità sul territorio sono state ricordate dal Presidente Ciaccheri e dall’Assessore all’Ambiente Michele Centorrino: “Nonostante lo sforzo degli operatori ecologici permangono aree di forte criticità e a rischio per la salute pubblica – afferma l’Assessore – da piazza della Montagnola a Largo Veratti, da via Costantino a Viale Chiabrera, fino a via Padre Reginaldo Giuliani ci sono una serie di cassonetti con montagne di rifiuti a terra da diversi giorni. All’esasperazione dei cittadini dovrà rispondere la Sindaca Raggi e l’Assessore Montanari che dimostrano di non tenere affatto alla città di Roma”. Anche l’Assessore Centorrino ha confermato l’intenzione di andare fino in fondo su questa vicenda: “Come deciso con il Presidente Ciaccheri – afferma – se le condizioni igienico-sanitarie non miglioreranno al più presto, il Municipio VIII procederà alla presentazione di una diffida e di tutti gli atti nelle sedi opportune per tutelare i nostri cittadini”.

LeMa