Home Municipi Municipio VIII

Roma 70, scuola Europa al gelo: bocciata in Campidoglio la mozione di Fdi

Resta alta l’attenzione sulle condizioni del plesso scolastico del Municipio VIII, da ormai troppo tempo senza riscaldamento

SHARE
termosifoni scuola

ROMA 70 – Nella giornata di venerdì scorso, il Consiglio Comunale ha bocciato la mozione presentata dai consiglieri di Fdi in merito alle condizioni in cui versa la scuola primaria del plesso Europa (parte dell’Istituto Comprensivo C. A. Dalla Chiesa) nel quartiere di Roma 70 in Municipio VIII. In particolare al centro delle richieste dei consiglieri d’opposizione, c’erano le condizioni dell’impianto di riscaldamento, ancora fuori servizio fin dal giorno della prima accensione.

CONDIZIONI PRECARIE

“Con l’arrivo del freddo, la soluzione che è stata sino ad oggi adottata per fronteggiare l’emergenza è stata quella di spostare 6 classi della scuola primaria nel vicino plesso di via Rigamonti (scuola secondaria di primo grado) con una serie di gravi disagi per i bimbi coinvolti e le famiglie – spiegano in una nota da Fdi – I bambini trasferiti alla secondaria devono raggiungere la mensa del plesso Europa attraversando un cortile interno che collega le due scuole, ma che è esposto alle intemperie; per mancanza di aule vere e proprie, alcune classi sono state sistemate in rientranze di corridoio senza pareti divisorie e porte; i ragazzi della secondaria che hanno ceduto le classi migliori ai bambini della primaria ora occupano spazi improvvisati e in taluni casi inadeguati; La situazione non è assolutamente accettabile, ma la maggioranza pentastellata, invece di impegnarsi e agire in tempi rapidi, ha ritenuto opportuno votare contro la Mozione presentata da Fratelli d’Italia”.

LA MOBILITAZIONE

Non mancano le critiche da parte dei consiglieri capitolini, in primis il capogruppo comunale Andrea De Priamo e quello municipale, Maurizio Buonincontro: “Addirittura – raccontano – c‘è stato chi, tra i banchi della Maggioranza, ha definito il riscaldamento come un comfort. Proseguiremo con altre azioni di sostegno al sacrosanto diritto ad avere scuole dignitose e accoglienti, a partire dalla scuola Europa di Roma 70. Ci mobiliteremo insieme a famiglie e insegnanti affinché questa maggioranza capitolina di improvvisati comprenda la gravità dell’accaduto e si attivi come è doveroso che faccia”.

Red

(Foto di repertorio)