Home Municipi Municipio VIII

Scuola: ancora polemiche sui disservizi nel servizio mensa

In campidoglio l’interrogazione di Fdi, mentre arrivano le scuse della società

SHARE
mensaok-640

MUNICIPIO VIII – Proseguono le polemiche su quanto accaduto ieri in alcune scuole del Municipio VIII, dove ci sono stati forti disservizi nel servizio mensa e molti bambini sono rimasti senza un pasto caldo, il tutto a causa di uno sciopero già ritirato il 5 gennaio scorso.

PROBLEMI CON IL SERVIZIO MENSA

Le prime critiche sono arrivate nel pomeriggio di ieri dal minisindaco del Municipio VIII, Amedeo Ciaccheri, che ha parlato di un ‘sistema in tilt’. Dal comune invece la replica arriva soltanto oggi con l’assessora alla Scuola, Veronica Mammì, che sottolinea il risultato del passaggio al nuovo bando per il servizio: “Il servizio di ristorazione educativa e scolastica risulta regolare su tutto il territorio. Ringrazio gli uffici capitolini, gli operatori e tutte le persone che si sono impegnate in questo storico cambio appalto. Abbiamo messo fine al meccanismo delle proroghe sine die, ristabilendo un virtuoso meccanismo di mercato a tutela del servizio, dei lavoratori, dei bambini e di tutti i cittadini”. Naturalmente l’Assessora Mammì ha anche parlato dei disservizi che nella giornata di ieri hanno interessato le scuole del Municipio VIII: “Ritengo – aggiunge – quanto mai grave utilizzare isolati casi di disservizio di ieri per disseminare dichiarazioni ingiustificatamente allarmistiche sull’intero cambio appalto. Voglio rassicurare le famiglie sull’attivazione di verifiche specifiche, nell’ambito del monitoraggio già programmato su tutta la città”.

LE SCUSE DELLA SOCIETÀ

Intanto nella giornata di oggi sono arrivate anche le scuse della società Euroristorazione srl, titolare del servizio “per il disagio arrecato, dipeso dal ritardo accumulato in fase di trasporto per imprevisti logistici dovuti alla poca conoscenza del territorio dell’ubicazione delle Scuole da parte di taluni trasportatori neoassunti, nonché dalle condizioni del traffico cittadino, che hanno rallentato la consegna presso i siti scolastici e, fatto non preventivabile,  la rottura di un mezzo di trasporto che ha comportato l’aggravio del già procurato ritardo in alcuni plessi scolastici – seguitano dalla società – Specifichiamo, tuttavia, che tutti i cestini freddi, così come le diete speciali sono state tutte consegnate presso le Scuole di destinazione, certamente oltre l’orario previsto”.

L’INTERROGAZIONE IN CAMPIDOGLIO

In Campidoglio è anche arrivata un’interrogazione urgente firmata dagli esponenti di Fdi, annunciata già nella mattinata di oggi dai consiglieri Municipali Maurizio Buonincontro, Lorenzo Mevi e Franco Federici, assieme al consigliere comunale, Andrea De Priamo. L’intento del documento sarebbe quello di fare chiarezza sulla tipologia di pasti freddi distribuiti nella giornata di ieri: “Sono infatti stati distribuiti in alcuni municipi dei panini che avevano caratteristiche qualitative ben diverse da quanto strombazzato dai grillini che avevano magnificato questo bando come l’inizio di una nuova fase – commenta De Priamo – Come avevamo ampiamente denunciato non si può pensare di aumentare la qualità riducendo con un bando che dal punto di vista economico andava nel senso esattamente opposto”.

Leonardo Mancini