Home Rubriche Go Green

Alla Magliana nasce l’oasi felina Gattoland

Al posto di un insediamento abusivo un ricovero per gatti randagi e non

SHARE

MAGLIANA – È nata a Magliana e si chiama Gattoland la prima oasi felina realizzata grazie alla collaborazione tra l’Ente Nazionale Protezione Animali, il Comune di Roma e l’associazione la Vela D’Oro. Lo spazio destinato a questa nuovissima esperienza era precedentemente occupato da un insediamento abusivo. Per rendere l’area utilizzabile è stata necessaria una bonifica, dato che dove ora passeggiano i gatti prima erano presenti rifiuti di ogni genere. “La struttura, dotata di ‘gattaiole’ per l’entrata e l’uscita libera degli animali – ha spiegato Maurilia Amoroso, volontaria della Sezione Enpa di Roma – funziona non solo come casa per i gatti randagi della zona, ma come una sorta di ambulatorio post-degenza per quelli che hanno bisogno di particolari terapie”.

DAL COMUNE – “L’obiettivo degli amici dell’Enpa è la piena riqualificazione delle aree urbane grazie alla presenza degli animali e di aree verdi a loro dedicate”, ha spiegato il consigliere capitolino del M5s Daniele Diaco. “Abbiamo voluto sostenere questo progetto di ENPA perché siamo convinti che per sradicare il degrado e restituire ai cittadini aree verdi decorose ci sia bisogno di renderle fruibili e vissute – ha commentato l’assessora all’Ambiente del Comune di Roma Pinuccia Montanari – Il rifugio nasce dalla passione e dall’impegno dei tanti volontari mobilitati per arginare il fenomeno del randagismo. Al posto di erbacce e detriti, sorge una struttura in legno colorato, dotata di gattaiole, cucce e ciotole ed anche di un ambulatorio post-degenza per gli animali cui vengono prescritte terapie particolari. Sarà una casa per i gatti della zona che riceveranno assistenza e coccole ma anche un polo di attrazione per i cittadini che vorranno venire a passeggiare qui per gettare un’occhiata ai mici e magari cominciare a pensare di adottarne uno”.

LA RIQUALIFICAZIONE DELLE AREE – Nell’intento di dell’ENPA c’è la volontà di ripetere questo tipo di iniziative: “Ringrazio il Comune di Roma – ha detto il presidente Selleri – per aver creduto in Gattoland ed averci sostenuto nella sua realizzazione. Penso che oggi abbiamo tracciato un percorso; abbiamo indicato un modello positivo anche di collaborazione con le istituzioni, che, può essere esportato anche in altre zone a rischio e che, ne sono certo, può dare un importante contributo alla loro riqualificazione”.

Red