Home Municipi Municipio XI

Corviale aspetta la sua nuova Piazza

Procede l’iter per realizzare la nuova area pubblica tra via Maccagnani e via Poggio Verde

SHARE

Tratto da Urlo n.176 Febbraio 2020

CORVIALE – Era lo scorso ottobre quando dal Campidoglio si annunciava la partenza del progetto che avrebbe consegnato a Corviale una nuova piazza. Già prevista nel Programma di Recupero Urbano (PRU), con una convenzione stipulata nel 2007, la piazza andrà ad occupare l’area pubblica di oltre 8mila mq tra via Eugenio Maccagnani, via Poggio Verde e via Ettore Ferrari. L’obiettivo è che questo luogo possa diventare in breve tempo un nuovo spazio polivalente, utile allo svolgimento anche di eventi come concerti, proiezioni cinematografiche o mercati. Saranno poi presenti aree giochi per bambini e un lungo filare di alberature.

IL PROGETTO

“Un’opera molto attesa dalla cittadinanza e dal territorio – spiegava in quel frangente l’Assessore Capitolino all’Urbanistica, Luca Montuori – perché propone di costituirsi come uno spazio pubblico di attraversamento e di relazione, ricollegando parti del quartiere oggi tra loro isolate”. Un lavoro portato avanti anche con il Municipio, nonostante la sfiducia votata dall’Aula municipale all’ex Presidente, oggi Delegato della Sindaca, Mario Torelli. “Abbiamo lavorato affinché si realizzasse una piazza capace di inserirsi nel contesto urbano con un sistema di alberature ricco e vario – seguitava l’assessore capitolino – un’attenzione alla permeabilità del suolo ed allo stesso tempo aperta alle diverse esigenze della cittadinanza, con arredi e percorsi che favorissero sia la sosta che l’attraversamento. Uno spazio atteso da tempo che coniuga qualità, funzionalità e bisogni”.

LO STATO DELL’ARTE

Per capire a che punto è arrivato l’iter di questo progetto, che ha proseguito il suo corso all’interno degli uffici nonostante la caduta della maggioranza grillina in Municipio XI, abbiamo ascoltato l’ex assessore municipale all’Urbanistica, Luca Mellina, che ha continuato a seguite il progetto. “Siamo arrivati al Progetto Definitivo – ci spiega l’ex Assessore – l’ultimo stadio della progettazione di questa elegante piazza, elemento di raccordo tra le aree del quartiere”. Gli unici ritardi sono da ricondurre ad un parere negativo arrivato in Conferenza di Servizi dagli uffici dello stesso Municipio XI, “per alcune criticità sui materiali con cui sono realizzate le panchine – seguita Mellina – una problematica già risolta e legata soprattutto alla manutenzione futura di questo spazio”. Le difficoltà di manutenere la piazza una volta conclusi i lavori, infatti, non sono da sottovalutare: “Fortunatamente all’interno è previsto anche un box con un punto ristoro – spiega Mellina – con l’intento del Municipio di prevedere un bando per l’assegnazione dello spazio che contempli anche la pulizia e la manutenzione della piazza”. In questo modo, aggiungiamo noi, si sgraverebbe il Comune e l’ente di prossimità di un peso non indifferente, creando allo stesso tempo un punto di aggregazione e sorveglianza su questo luogo appena riqualificato. Intanto dal centro sinistra arriva il commento del candidato presidente al Municipio XI, Gianluca Lanzi: “Preoccupa che si sia corso il rischio di bloccare un progetto come questo. Se l’opera dovesse rallentare o l’iter fermarsi, allora sarà ancora una volta il segno di questa fallimentare esperienza politica a 5 Stelle”. Nei prossimi mesi ci sarà maggiore contezza dell’iter e delle tempistiche di realizzazione, anche se dall’amministrazione sperano di aprire i cantieri quanto prima.

Andrea Calandra