Home Municipi Municipio XI

Municipio XI: Nuove richieste di controllo sugli autolavaggi del territorio

Dopo l’intervento dei Vigili in zona Portuense da Fdi si parla di altre due attività da controllare

SHARE

L’INTERVENTO – Il 28 marzo scorso l’XI Gruppo di Polizia Locale di Roma Capitale ha portato avanti un intervento di tutela ambientale, che ha portato all’apposizione dei sigilli ad un autolavaggio in zona Portuense. L’attività commerciale irregolare è risultata priva di dispositivi di filtraggio per lo scarico delle acque. Tutti i saponi e le sostanze tossiche generate dall’attività di lavaggio delle auto finivano in fogna se nessun filtro. Il proprietario, un cittadino di nazionalità egiziana, è stato denunciato all’Autorità Giudiziaria ed a suo carico pendono i lavori di regolarizzazione della struttura e l’obbligo di fornirsi di tutte le autorizzazioni necessarie, oltre ad una sanzione amministrativa di 2500 euro.

LE RICHIESTE – Nel congratularsi con gli uomini dell’XI Gruppo, il consigliere di Fdi Daniele Catalano, parla anche di una recente richiesta di controllo per altre due attività di questo tipo “che risultano essere sprovviste di questo depuratore, che rappresenta in termini economici un investimento molto importante per tutti quelli che decidono di lanciarsi su questo tipo di attività imprenditoriale”.

LA CONCORRENZA – Per l’esponente municipale di Fdi la questione non è soltanto legata al danno ambientale, ma lede anche il principio di una sana concorrenza: “Il danno ambientale tuttavia non è l’unica ragione per cui essere soddisfatti di questa operazione, dal momento che chi non usa il depuratore può ovviamente abbassare i costi, e pertanto fa concorrenza sleale a tutti i cittadini che invece regolarmente ne sono provvisti, ma che di conseguenza aumentano il costo del servizio”.

LeMa

SHARE