Home Municipi Municipio XI

MUNICIPIO XV: COME UTILIZZARE IL SOTTOSUOLO CON SCAVI INTELLIGENTI?

SHARE
via vigna jacobini

Si parte da un cantiere in zona Portuense. Presenti il presidente Paris e l’assessore Ghera.
Lo scorso 11 giugno è stato presentato, nei pressi del cantiere aperto in via di Vigna Jacobini, il progetto di razionalizzazione degli scavi attraverso il riutilizzo delle tubazioni in ghisa.
Il Municipio XV si sta attivando, infatti, per migliorare il coordinamento dei lavori degli Enti utilizzatori del sottosuolo (Italgas, Acea, Telecom Italia, Fastweb ed altri) in modo da rendere gli interventi sempre più puntuali.

In particolare è stato individuato un progetto congiunto che vedrà operare insieme Italgas ed Acea Direzione Gestione Rete. Tale progetto prevede la sperimentazione dell’utilizzo di un tratto di tubazione di ghisa dismessa per l’inserimento di un cavo elettrico.  

L’Italgas sta infatti procedendo da tempo, in tutta la capitale, alla dismissione della rete in ghisa, ovvero delle condutture di gas, sostituendole con nuove reti di diverso materiale. Si tratta di un lavoro che si concluderà entro il 2014 per un totale di 800 km di condutture in ghisa in tutta Roma.
Le tubazioni una volta dismesse rimarranno nel sottosuolo diventando quindi patrimonio del Comune di Roma.
Questa sperimentazione potrebbe aprire la strada alla riutilizzazione delle tubazioni dismesse nel sottosuolo e permettere una razionalizzazione degli interventi, dando in questo modo notevoli vantaggi per la comunità. Vantaggi come un minore impatto ambientale dei cantieri, minori disagi per il traffico e inoltre minori danni procurati al manto stradale ed ai marciapiedi.
La conferenza stampa che si è svolta l’11 giugno scorso nei pressi del cantiere aperto di via di Vigna Jacobini (angolo via Portuense) e che aveva come titolo di presentazione “Come utilizzare il sottosuolo di Roma con scavi intelligenti”, ha avuto lo scopo di mostrare concretamente attraverso la presenza dei tecnici delle varie aziende come avverrà il riutilizzo delle tubazioni.
“Il XV Municipio sta operando – ha dichiarato Gianni Paris, Presidente del Municipio – per un coordinamento dei lavori tra le società di pubblici servizi che utilizzano il sottosuolo per trasportare i loro cavi. Sperimentiamo un modello che permetterà alle società di utilizzare una rete esistente e la razionalizzazione degli interventi sul territorio. Per i cittadini questo significherà un coordinamento dell’apertura dei cantieri di lavoro sul territorio, quindi un minore impatto ambientale dei cantieri stessi, minori disagi per il traffico e una migliore manutenzione di strade e marciapiedi”. All’incontro con la stampa erano inoltre presenti l’Assessore ai Lavori Pubblici del Comune di Roma Fabrizio Ghera, l’Ingegnere Eliseo (Dipartimento XII Comune di Roma),l’ingegnere De Castro (in rappresentanza dell’Italgas e l’ingegnere Stracqualusi (in rappresentanza dell’ACEA). L’assessore Ghera: “Sperimentare l’utilizzo di tratti di tubazione di ghisa dismessi, sostituendoli con nuove reti di diverso materiale, rappresenta un primo passo verso un futuro progetto comune in cui si troveranno ad operare le società dei pubblici servizi. In questo modo – ha concluso l’assessore Ghera – le tubazioni dismesse rimaste nel sottosuolo, non solo diventeranno patrimonio del Comune di Roma ma si migliorerà anche la fase di coordinamento dei lavori sul territorio da parte delle aziende, diminuendo cosi’ l’impatto ambientale sui cantieri e i disagi alla cittadinanza”

 

Marco Casciani

Urloweb.com