Home Municipi Municipio XI

Pagare l’elettricità? No, e per almeno vent’anni

SHARE

Il Municipio XV patrocinia l’iniziativa “Zero in bolletta”, rivolta ai suoi cittadini.
Come non pagare più l’energia elettrica, per almeno vent’anni? Semplice, ve lo spiega il Municipio XV, che ha deciso di patrocinare l’iniziativa “Zero in bolletta”, proposta dalla società Hyperion srl insieme a Banca Etruria.
Un modo per contribuire personalmente al raggiungimento degli obiettivi proposti dal Protocollo di Kyoto (in attesa delle decisioni della Conferenza di Copenaghen). Ma di cosa si tratta? È presto detto: il progetto garantisce un finanziamento per l’installazione di pannelli fotovoltaici sul tetto della propria casa. Questo consentirà ai cittadini del territorio che aderiranno di non pagare più la bolletta dell’energia elettrica per vent’anni, senza dover investire di tasca propria. L’energia prodotta dai pannelli fotovoltaici, infatti, compensa quella consumata da un’utenza di 3 kilowatt e l’impianto ha una durata certificata, per l’appunto, di 20 anni, pur continuando a produrre per i 10 anni successivi. Ma vediamo le condizioni di adesione al bando Hyperion “Zero in bolletta”: il tetto dovrà essere idoneo all’installazione dell’impianto, quindi necessariamente soleggiato, e che esso sia di proprietà del richiedente. Il perché non si paga nulla è semplice: l’installazione dell’impianto e la sua manutenzione sono interamente coperti dal contributo “in conto energia”. A chi aderisce sono richiesti solo 250 euro per le spese tecnico-amministrative di istruttoria della domanda, mentre per il resto provvederà la Banca. “Mille impianti fotovoltaici nel nostro Municipio, un contributo sensibile al contrasto del mutamento climatico, bollette elettriche pari a zero e, in prospettiva, anche una sostanziosa entrata economica per chi aderisce. Il progetto “Zero in bolletta”, che abbiamo patrocinato – dichiara il presidente del XV Municipio, Gianni Paris – è il riconoscimento ed il coronamento di un lavoro convinto e costante che il Municipio porta avanti dal 2004. Un impegno che ci ha visti primeggiare a Roma sui temi della sostenibilità energetica, fino a rappresentare la Capitale in progetti di ricerca europei. Su questa nuova possibilità – continua il Presidente – abbiamo cominciato a lavorare con l’assessore Traversi circa un anno fa. Sono convinto che i diversi interessi siano ben equilibrati: quelli dell’Ambiente, quelli dei Cittadini, quelli dell’Impresa e quelli della Banca. Spero che i nostri Cittadini sappiano cogliere questa opportunità che, primi a Roma, gli viene offerta. Ancora una volta abbiamo dimostrato che, anche in questa Città, è possibile passare dai convegni ai fatti e, su questi contenuti, ho proposto ai Presidenti degli altri Municipi di fare altrettanto, mentre le stelle del Campidoglio stanno ancora a guardare”.
Per maggiori dettagli potete consultare il sito www.zeroinbolletta.it

Serena Savelli