Home Municipi Municipio XI

Sottopasso Portuense: nei prossimi giorni la ripresa dei lavori

Il Soprintendente scioglie le riserve, il cantiere può riaprire

SHARE

PORTUENSE – I lavori per l’allargamento del sottopasso di via Portuense si protraggono ormai da troppi anni. Tra brevi, anzi brevissime, accelerazioni e lunghi stop, i cittadini hanno ormai lasciato ogni speranza abbandonandosi, indignati, al traffico. Ma in queste ore sembra che ci sia una speranza per la risoluzione di questa vicenda.

I RITARDI – Il motivo di questi ritardi è ben conosciuto (già da dicembre scorso) e riguardava il ‘ritrovamento’ di un cavidotto della Wind interrato non abbastanza in profondità. A questo punto, vista la presenza di reperti nel sottosuolo, la Soprintendenza ha richiesto degli approfondimenti progettuali. Da quel momento in poi non sembrano esserci state novità ed il cantiere è rimasto fermo da mesi in attesa che qualcosa si muova.

LE NOVITÀ – È il presidente della commissione Lavori Pubblici in Municipio XI, Mirko Marsella, a spiegare che a giorni potrebbero riprendere i lavori. Nella giornata di ieri infatti si è svolto un tavolo di lavoro con il minisindaco Torelli, l’ufficio tecnico municipale, l’Acea, la Wind e l’Italgas, assieme al Soprintendente Prosperetti, definito da Marsella una “presenza risolutiva”. Il Soprintendente infatti, ci spiega il consigliere del M5s “ha sciolto le riserve sui lavori avanzate in precedenza, autorizzando con una nota l’immediata ripresa degli interventi. Il cantiere potrà riprendere nei prossimi giorni – ci Marsella – la sistemazione del cavidotto prenderà una quindicina di giorni, mentre poi si proseguirà con la sistemazione di marciapiedi e caditoie”. Per il Presidente del Consiglio Silvio Patrizi “il risultato ottenuto è il frutto della buona collaborazione di tutte le parti in campo. Finisce oggi l’epoca della mera propaganda e ci si avvia a consegnare ai cittadini un’opera pubblica che è stata attesa da troppo tempo. La buona amministrazione è tale quando porta a soluzioni concrete”.

I TEMPI –  Intanto il 19 giugno scorso gli esponenti municipali di Fdi hanno manifestato in via Portuense per protestare contro i ritardi nella conclusione di questa importante opera pubblica. In quell’occasione hanno dichiarato di aver già preparato un esposto alla Procura della Repubblica e che lo inoltreranno qualora i lavori non venissero ultimati prima alla riapertura delle scuole”. Nelle prossime settimane verrà sicuramente presentato il nuovo cronoprogramma, rimane solo da capire chi arriverà prima tra l’esposto di Fdi e la conclusione dei lavori.

Leonardo Mancini