Home Municipi Municipio XI

Viale Marconi: si allungano i tempi per la preferenziale

Dal M5S assicurano: “Questo tempo verrà utilizzato per informare e condividere il progetto con i cittadini”

SHARE

LA PREFERENZIALE – La scorsa settimana si è svolto un nuovo incontro tra alcuni consiglieri penta-stellati del Municipio XI, il consigliere Capitolino Enrico Stefàno e alcuni rappresentati dei commercianti della zona di viale Marconi. Motivo dell’incontro l’avanzamento del progetto relativo alla corsia preferenziale da realizzare sul viale.

IL PROGETTO – A maggio l’Amministrazione comunale aveva dato il via ad una consultazione online per ascoltare le opinioni dei cittadini sulla migliore ipotesi per la realizzazione di una doppia corsia preferenziale su viale Marconi. Il progetto risultato vincitore è stato quello della ‘Corsia preferenziale centrale simmetrica’. Una corsia preferenziale e una ciclabile su ciascuna carreggiata, nei due diversi sensi di marcia, al centro della strada (con gli alberi che restano dove sono ora). Su ogni carreggiata al traffico privato sono riservate due corsie per senso di marcia. Lateralmente a ogni carreggiata è disposta una fila di parcheggi, tranne nei punti in cui sono previste le nuove fermate degli autobus. La speranza avanzata dall’Amministrazione era quella di arrivare alla presentazione di un progetto esecutivo entro e non oltre il 31 dicembre prossimo, per vedere i risultati entro un paio d’anni. Purtroppo a quanto apprendiamo i tempi potrebbero dilatarsi.

I RITARDI – A spiegare i motivi del possibile slittamento temporale nella presentazione del progetto è il Consigliere penta-stellato e presidente della commissione Mobilità in Municipio XI, Marco Zuccalà: “Purtroppo entro il prossimo 31 dicembre non avremo un progetto definitivo, ma soltanto un preliminare. L’intervento è complesso e in questi mesi è stato molto ampliato anche con la collaborazione delle Reti di Impresa della CNA – seguita Zuccalà – utilizzeremo questo tempo in più per informare i cittadini e per collaborare con loro a questo intervento che coinvolgerà l’intero asse viario, anche con la riqualificazione delle piazze”. Gli interventi che verranno messi in atto su viale Marconi non si limiteranno alla sola realizzazione della Preferenziale, ma dovrebbero quindi rappresentare una riqualificazione più imponente dell’intero asse viario, andando a coinvolgere anche i commercianti della zona.

I POSTI AUTO – Una delle critiche mosse nei confronti della corsia preferenziale è la possibilità che vadano perduti molti posti auto. In particolare un numero considerevole di stalli ‘illegali’ presenti sullo spartitraffico al centro del viale. Per cercare di venire incontro alle esigenze dei residenti e dei commercianti della zona, il Municipio XI avrebbe in progetto di riaprire uno spazio parcheggio di sua proprietà nelle immediate vicinanze dell’ex Campari. “Si tratta di uno spazio di nostra proprietà – aggiunge Zuccalà – che come Municipio andremo a mettere a bando per recuperare circa 200 posti auto nel quadrante. A breve incontreremo gli uffici per capire i passi da intraprendere e l’entità degli interventi necessari”.

L’OTTICA DI SISTEMA – Se lo slittamento del progetto sulla corsia preferenziale porterà ad un complessivo miglioramento di viale Marconi, l’attesa potrebbe anche venire accettata di buon grado dai residenti e dai commercianti. Certo è che la vicenda della mobilità in questo quadrante non può essere analizzata ‘pezzo per pezzo’, a camere stagne. Quello che serve è un’ottica di sistema che metta in relazione tra loro i flussi quotidiani, i mezzi pubblici e gli interventi in programma o in corso di completamento. Non si può dimenticare che sullo stesso quadrante insiste il cantiere del piano caso in via Fermi e quello del ponticello ferroviario della Portuense, assieme a progetti come quello del Pup di Piazzale della Radio e la riqualificazione dell’ex Mira Lanza. Tutti interventi che giocheranno certamente un ruolo nella mobilità del quadrante.

Leonardo Mancini

SHARE