Home Municipi Municipio XII

Malagrotta, Ortu e De Priamo sul ricorso contro Osservatorio

SHARE
Malagrotta1

Ortu: “”Ricorso contro Osservatorio Malagrotta è una provocazione”, De Priamo:”Perplessità su ricorso Co.La.Ri. contro Osservatorio Municipio XVI”

“Ho appreso, con incredulità e sconcerto, che la società “padrona” della discarica di Malagrotta e dell’inceneritore, ha presentato, un ricorso al Tar per chiedere l’annullamento della Delibera n. 8/2010 del Municipio XVI che ha istituito l’Osservatorio Ambientale Partecipato per Malagrotta e la Valle Galeria. E’ inaudito, incredibile e provocatorio un gesto di questo genere. Si ricorre contro un atto politico che vuole contribuire a garantire ai cittadini, monitoraggi e controlli credibili sui livelli di inquinamento di una zona massacrata dal punto di vista ambientale”

Lo dichiara in un comunicato il Vice Presidente del Consiglio del Municipio Roma XVI, Massimiliano Ortu (FdS).

“I presentatori del ricorso, sappiano che certi metodi non ci intimidiscono. Non cederemo di un millimetro. Il nostro Municipio si batterà per il rispetto degli impegni presi con l’ approvazione unanime della Delibera approvata a giugno di quest’ anno. Nessuno più o meno potente sarà in grado di fermare i lavori dell’ Osservatorio. Le istituzioni debbono guardare all’ interesse collettivo e questa volta per farlo hanno l’ obbligo di battersi, affinchè quel ricorso provocatorio venga immediatamente ritirato. Di cosa hanno paura i ricorrenti? Cosa li infastidisce? Per noi quel ricorso è uno stimolo in più ad andare avanti, stiamo, evidentemente, sulla strada giusta. Ancora dobbiamo iniziare a percorrerla e già abbiamo chi vuole mettere i bastoni tra le ruote. Né il Municipio XVI, né i comitati dei cittadini si faranno intimidire.”

Anche Andrea De Priamo, Presidente della Commissione Ambiente di Roma Capitale interviene: “In merito al ricorso presentato dal Co.la.ri. contro l’istituzione dell’Osservatorio ambientale partecipato della Valle Galeria da parte del Municipio XVI non posso che esprimere, al di là della questioni meramente tecniche contenute nello stesso, perplessità rispetto all’opportunità di questa iniziativa. Ritengo infatti – ha aggiunto De Priamo –  che vista la delicatezza della questione e la problematica complessiva del possibile inquinamento dell’area vasta della Valle Galeria a causa dei tanti impianti industriali ivi esistenti, ogni strumento volto a chiedere maggiore controllo, trasparenza e partecipazione dei cittadini è da considerare positivo e gli stessi privati non dovrebbero avere nulla da temere se operano nel rispetto della normativa e della legalità. Già alcuni mesi fa, la Commissione Ambiente – ha aggiunto il presidente De Priamo – insieme all’assessore De Lillo aveva espresso un indirizzo chiaro per l’istituzione di un Osservatorio permanente in seno al Dipartimento Ambiente di Roma Capitale. Proprio in questi giorni, dopo un approfondito lavoro degli uffici congiuntamente ad enti e istituzioni prestigiose, si sta delineando la sua costituzione. In questo senso, lo strumento istituito dal Municipio XVI non rappresenta per l’amministrazione capitolina un problema, soprattutto se ci saranno disponibilità e reciproca collaborazione. Invitiamo dunque – conclude De Priamo – il Co.la.ri. a rivalutare l’ipotesi del ricorso, per evitare di introdurre nella vicenda sulla questione di Malagrotta un elemento sicuramente poco opportuno”.