Home Notizie Cronaca Roma

Approvato “Quoziente Roma”

SHARE

Approvata ieri dall’Assemblea Capitolina la delibera che prevede l’esenzione del pagamento della Tia per i nuclei familiari in difficoltà. A parlare del risultato ottenuto il predisente della Commissione Ambiente, Andrea De Priamo, e l’Assessore alla Famiglia, all’Educazione e ai Giovani di Roma Capitale, Gianluigi De Palo, in due comunicati che pubblichiamo.

“L’approvazione della delibera 27, che rende possibile l’applicazione del ‘Quoziente Roma’ alla tariffa di igiene ambientale – ha dichiarato Andrea De Priamo – rappresenta un traguardo importante dell’Amministrazione Alemanno, frutto di un percorso iniziato dall’ex assessore Laura Marsilio che, per primo, ha formulato in Giunta gli indirizzi necessari all’introduzione di agevolazioni fiscali a favore delle famiglie romane. Grazie ad un finanziamento di circa 30milioni di euro, la delibera prevede esenzioni per le fasce deboli e per i nuclei famigliari più numerosi, sulla base di indicatori rigorosi predisposti dagli uffici del Dipartimento Risorse Economiche di Roma Capitale. In base al calcolo dell’Isee e del numero di figli a carico, le famiglie che non dovranno più pagare la tariffa saranno circa 90mila. Come presidente della Commissione Ambiente, chiederò subito ad Ama di mettere in campo tutte le iniziative utili, compresa l’indicazione nelle prossime bollette, per far conoscere ai romani i vantaggi derivanti dal ‘Quoziente Roma’. Nonostante il momento difficile dal punto di vista economico, Roma Capitale conferma di voler mettere la famiglia al centro delle sue priorità, con interventi concreti e subito operativi”. È quanto dichiara il presidente della Commissione Ambiente di Roma Capitale, Andrea De Priamo.

Soddisfazione per il traguardo raggiunto a margine dell’approvazione anche da parte dell’Assemblea capitolina del Quoziente Familiare nella Capitale è stata espressa anche dall’Assessore alla Famiglia, all’Educazione e ai Giovani di Roma Capitale Gianluigi De Palo.

“Sono diventato Assessore per vedere questo giorno. È un momento storico perchè mentre in altre città italiane si portano avanti battaglie ideologiche che non migliorano la vita dei cittadini, con il Quoziente la città di Roma vuole dare una risposta reale e concreta alle famiglie” prosegue De Palo.
“Nonostante la crisi economica abbiamo investito 27 milioni di euro per garantire a un numero maggiore di famiglie con figli di non pagare la TIA. Senza dimenticare la scelta di lasciare invariate le tariffe di nidi e mense scolastiche, servizi con la qualità migliore a livello nazionale, che già tengono conto del numero dei figli. Sono politiche concrete che, in un momento difficile per le famiglie, recepiscono le indicazioni nazionali sull’utilizzo dell’ISEE e vanno ancora oltre, superando nel calcolo delle esenzioni anche il modello precedente a livello nazionale, Parma. È una svolta culturale che rimette al centro la famiglia e pone Roma Capitale come riferimento a livello nazionale”.