Home Notizie Cronaca Roma

Campagna per l’abolizione delle ‘botticelle’ romane

SHARE
botticelle

Sit – in per chiedere la dismissione di questo servizio turistico che non rispetta il benessere degli animali.
Venerdì  25 settembre, 17.30 – 20.30 Piazza S. Marco, Roma

Continua l’azione di sensibilizzazione dell’OIPA e delle altre associazioni animaliste aderenti alla petizione rivolta al sindaco di Roma con la quale si chiede la dismissione del servizio – anacronistico e crudele – costituito dalla carrozze trainate dai cavalli, le cosiddette “botticelle”.

L’evidenza dei fatti – la quotidiana sofferenza dei cavalli costretti a trainare enormi pesi sotto il sole – unitamente ai numerosi incidenti verificatisi di cui i più gravi hanno visto morire, dopo lunga agonia,  due cavalli sull’asfalto, non sono valsi a persuadere l’amministrazione comunale in merito all’opportunità di bandire una volta per tutte questo tipo di trasporto turistico, causa di grande sofferenza per gli animali e minaccia per l’incolumità stessa dei cittadini romani e degli stranieri che se ne servono. L’ultimo incidente, risalente ad un paio di settimane fa, ha determinato infatti il ferimento di alcuni turisti, vittime di una reazione violenta di un cavallo, esasperato evidentemente dalla fatica, dal caldo e da uno stato di stress quotidiano eccessivo. Benché ci siano dei segnali da parte del comune di Roma di una volontà di regolamentare meglio questo servizio – attualmente soggetto a pochissime restrizioni peraltro mai verificate con controlli adeguati e relative sanzioni da parte delle autorità preposte! – l’amministrazione non ha voluto deliberare a favore di un confinamento delle botticelle nei soli parchi, ostinandosi così a voler difendere la continuazione di questo tipo di trasporto attraverso le trafficatissine e arroventate strade del centro della capitale.
Continua quindi la raccolta delle firme avviata mesi fa per l’abolizione definitiva delle botticelle e la loro sostituzione con carrozze elettriche e risciò (vedi petizione allegata), sull’esempio di civiltà di diverse città straniere. L’eliminazione di questo servizio comporterebbe la conversione dei vetturini ad attività simili (taxi, carrozza elettrica, risciò), mentre i cavalli troverebbero un meritatissimo riposo in varie strutture, dislocate tra il Lazio e la Toscana, pronte accoglierli per dare loro finalmente un po’ di pace e dignità. E non rischieranno più, come ora, di morire sulla strada.
Per ricordare a tutti che il problema delle botticelle non è purtroppo stato risolto come si sperava, ed è quindi ancora attualissimo anche se l’estate volge al termine (l’ultimo incidente  si è verificato a fine novembre 2008) le associazioni animaliste manifesteranno con un sit – in la loro disapprovazione rispetto alla decisione del Comune di Roma di mantenere questo servizio. 

L’appuntamento è venerdì 25 settembre, dalle 17.30 alle 20.30 a Piazza S. Marco, Roma