Home Notizie Cronaca Roma

In Campidoglio si parte con le Unioni Civili

SHARE
unionicivilirepertorioroma

Da oggi disponibili online i moduli per la richiesta di iscrizione

I MODULI ONLINE – Da oggi sono online sul sito di Roma Capitale i moduli l’iscrizione al Registro Capitolino delle Unioni Civili. La domanda potrà essere trasmessa via internet oppure consegnata personalmente all’Anagrafe centrale. Il Registro al momento è ancora in fase di attivazione, ma una volta reso disponibile l’Anagrafe provvederà ad accertare tutti i requisiti richiesti per l’iscrizione. 

I REQUISITI – Tra i requisiti, oltre la residenza a Roma di almeno una delle due parti, si richiede anche la coabitazione da perlomeno un anno, lo stato civile (libero oppure divorziato con sentenza annotata a margine dell’atto di matrimonio), l’assenza di vincoli parentali fino al quarto grado e, infine, il permesso di soggiorno nel caso di cittadini non comunitari. 

L’ITER DI VERIFICA – Per la verifica, dal momento in cui il Registro risulterà attivo, bisognerà aspettare tra i 15 e i 30 giorni prima di visualizzare online sull’Albo pretorio l’accoglimento della propria domanda. La pubblicazione avverrà per otto giorni consecutivi, così da darne notizia alla cittadinanza. 

LA CERIMONIA – Dopo questo iter le coppie potranno fissare il giorno della cerimonia di iscrizione, che sarà celebrata da un delegato del Sindaco, come nei matrimoni civili. Per il primo periodo le cerimonie avranno luogo gratuitamente presso l’Anagrafe centrale, successivamente saranno rese disponibili a pagamento anche le sale istituzionali del Campidoglio mentre, entro l’estate, sarà possibile effettuare le iscrizioni nel Registro, unico per la città di Roma, anche presso i singoli municipi. 

SODDISFAZIONE DAL CAMPIDOGLIO – Ad esprimere la propria soddisfazione per l’avanzamento dell’iter sul Registro è l’assessora al Patrimonio, Politiche UE, Comunicazione e Pari Opportunità, Alessandra Cattoi: “Sono davvero soddisfatta per il lavoro svolto dall’Anagrafe in questi giorni per rendere operativa in tempi rapidi la delibera sul Registro delle unioni civili. Finalmente da oggi tutte le coppie, senza nessuna discriminazione, potranno compilare i moduli per iscriversi nel Registro che stiamo predisponendo e, dopo le opportune verifiche da parte degli uffici competenti, celebrare la loro unione. Ancora una volta abbiamo dimostrato che a Roma l’amore conta, un ulteriore passo in avanti sulla strada dei diritti civili”.