Home Notizie Cronaca Roma

Rifiuti a Roma: discarica Monti dell’Ortaccio

SHARE
discarica-2

Augusto Santori: “Limitare agli ATO la possibilità di predisporre discariche è tranello Regione Lazio”. Andrea De Priamo: “Su discarica Monti dell’Ortaccio da Alemanno un no chiaro”.
“Vogliamo politicamente considerare come una prassi, cui opporre il necessario parere contrario, il fatto che ieri ci sia stata una Conferenza dei Servizi presso il Dipartimento X del Comune di Roma con oggetto un’istanza di giudizio di procedura integrata di VIA e di AIA per il progetto Discarica per Rifiuti Urbani e assimilabili sita in località Monti dell’Ortaccio e che ha come proponente l’A.T.I. COLARI e Soc. GIOVI S.r.l., la stessa che gestisce l’impianto di discarica di Malagrotta”, così dichiara in una nota Augusto Santori, consigliere del PDL del Municipio XV.

“Troviamo assurdo che la Regione Lazio voglia proseguire nell’intento di limitare alle aree ricomprese negli ATO (Ambiti Territoriali Ottimali) la possibilità di poter predisporre nuove discariche – prosegue la nota – perché ciò pregiudicherebbe tutte le proposte di aree alternative fatte dal Comune di Roma, vincolando il territorio su cui far insistere la nuova discarica a Roma e alle aree adiacenti al Comune di Fiumicino e, di conseguenza, condannando nuovamente la Valle Galeria a ospitare una discarica a pochi passi da quella di Malagrotta, la più grande di Europa e in via di chiusura”.

“In tal senso – aggiunge Andrea De Priamo, Presidente della Commissione Ambiente del Comune di Roma – ribadiamo che l’opzione di Monti dell’Ortaccio resta esclusa, come in passato detto a chiare lettere dal Sindaco Alemanno, anche perchè l’area apparterrebbe già allo stesso privato che gestisce la discarica di Malagrotta, sottolineando che la giunta comunale non intende fornire un ulteriore assist agli interessi dei privati a danno di un territorio già compromesso da anni di servitù ambientali. Un orientamento che, invece, sembrerebbe ancora appartenere agli atti frutto del governo uscente della Regione Lazio”.

“Per tali ragioni – conclude la nota di Santori e De Priamo – siamo assolutamente certi che il Comune di Roma non avallerà nessuna discarica a Monti dell’Ortaccio”.