Home Notizie Cronaca Roma

Spiaggia sul Tevere: arriva la sabbia

Sotto Ponte Marconi continuano gli interventi per la realizzazione dell’opera

SHARE

VASCA NAVALE – Il 29 giugno doveva essere inaugurata una spiaggia sulla riva sinistra del Tevere ma, come già vi avevamo raccontato, il progetto ha subito dei ritardi e ancora il tutto è in fase di realizzazione. Ma, al contrario di quello che si era vociferato sul fallimento dell’opera, si tratta solo di slittamento di data di apertura. Le opere di bonifica dell’area sono state già effettuate da tempo e oggi camion colmi di sabbia operano per ricoprire il terreno.

IL PROGETTO – Il Sindaco Virginia Raggi aveva annunciato la realizzazione dell’opera a dicembre scorso, pensando idealmente a creare qualcosa che ricordasse le rive della Senna parigine. “In prossimità dell’estate ci sarà un progetto che riguarderà un’area di 10mila mq vicina a Ponte Marconi, con una spiaggia e campi sportivi” – aveva annunciato la Raggi qualche mese fa, aggiungendo di voler – restituire decoro e vivibilità alle aree fluviali” contro i rifiuti e gli insediamenti abusivi, in modo da poter ripristinare un rapporto tra i romani e il fiume Tevere che ormai da tempo non esiste più. Questo progetto si innesta in un piano di recupero più ampio delle aree golenali, di competenza della Regione Lazio, che può concederle (come in questo caso) a enti pubblici o a privati che hanno su di esse dei progetti da proporre.

GLI AGGIORNAMENTI – Apprendiamo gli aggiornamenti sullo stato dei lavori da un sopralluogo realizzato da Dario Tamburrano, europarlamentare del M5S, insieme a Silvano Simoni, collaboratore dell’Assessore all’Ambiente comunale Pinuccia Montanari. “La chiameremo Tiberis, la spiaggia di Roma – ha dichiarato Tamburrano – Una zona meravigliosa che fa parte di una riqualificazione di una parte del Tevere che fino a qualche settimana fa era una discarica a cielo aperto. Tra qualche giorno arriveranno sdraio e ombrelloni, per permettere ai cittadini di riappropriarsi di questi spazi”. L’europarlamentare ha dato una conferma, garantendo che nel corso di questa settimana “la zona diventerà fruibile dai cittadini romani per il mese di agosto”. Silvano Simoni ha continuato a illustrare il progetto: “Quest’area, come la maggior parte di quelle che si affacciano sul Tevere, era degradata e aveva una notevole quantità di rifiuti al suo interno, con insediamenti abusivi che man mano sono stati sgomberati. Abbiamo riconquistato 1 ettaro di superficie”. Simoni ha dichiarato che, per ripulire l’area, sono stati portati via circa 60 camion colmi di rifiuti. La spiaggia sul Tevere si innesta in ulteriori operazioni di pulizia e bonifica delle aree golenali che stanno interessando in questi giorni a zona in prossimità del Viadotto della Magliana e la Riva Ostiense.

LA CRITICA – Critico il Consigliere comunale Pd, Orlando Corsetti, che ha dichiarato: “La sindaca Raggi a dicembre annunciò una spiaggia sul Tevere, come quella parigina, da inaugurare il 29 giugno, festa del patrono di Roma. Siamo a fine luglio e sotto ponte Marconi regna ancora il degrado. Anzi nel frattempo è arrivato qualche camion di sabbia. Per agosto – ha continuato Corsetti – forse si procederà all’apertura della stagione balneare sul Tevere. Una beffa: perché lo pseudo progetto verrà inaugurato sul finire della stagione, riveduto e ridimensionato. Un po’ di fumo negli occhi dei cittadini per nascondere l’ennesima promessa non mantenuta”.

Serena Savelli