Home Notizie Città Metropolitana

Porta Futuro apre i battenti: nuove opportunita’ di lavoro e formazione per tutta la provincia di Roma

SHARE

Stamattina la presentazione con la presenza del Presidente della Provincia Zingaretti e l’Assessore al Lavoro Smeriglio

Nasce con i migliori auspici Porta Futuro, negli spazi del nuovo mercato del Testaccio, proprio di fronte a una sede del Museo Macro, un luogo simbolo della rigenerazione del tessuto cittadino. Si tratta di uno spazio di 1.800 mq all’interno del mercato di via Galvani, che funzionerà tutto il giorno, con eventi anche serali, un luogo di iniziative incentrate sul lavoro e la formazione ma soprattutto un punto di riferimento per chiunque sia in cerca di lavoro o di corsi di formazione. Oltre al personale a disposizione per l’aiuto e l’orientamento al lavoro saranno infatti messe a disposizione di chi cerca un’opportunità occupazionale 25 postazioni informatizzate, aule per la formazione dove incontrare direttamente i responsabili del personale delle aziende che già hanno deciso di collaborare con la Provincia e spazi per incontri e iniziative.

Il collettore di tutte le aziende e delle istituzioni che ricorreranno a Porta Futuro per la ricerca del personale sarà la piattaforma internet, dove, attraverso un software innovativo, si uniranno tutti i database già in possesso della Provincia e quelli di altri Enti per garantire un ventaglio di offerte il più ampio possibile e in costante aggiornamento. Inoltre, registrandosi, si verrà indirizzati verso l’area professionale di interesse, delineata attraverso il percorso di studi, le esperienze lavorative pregresse e le ambizioni professionali. Un servizio integrato che, basandosi su software evoluti, è quindi capace di tracciare un profilo e rispondere, contemporaneamente alle esigenze di chi è in cerca di lavoro, intercettando un target che va dai 14 ai 50 anni, e di chi il lavoro lo offre.

In occasione della presentazione, l’Assessore al Lavoro e alla Formazione Massiilianoo Smeriglio ha parlato di “un servizio unico in Italia e a Roma, un grande risultato raggiunto in pochissimo tempo che cercherà di voltare pagina alle politiche del lavoro”, richiamandosi al precedente illustre a cui Porta Futuro si ispira, Porta 22, antesignano spagnolo del nuovo centro del Testaccio, fondato proprio da un italiano, che per primo ha sperimentato l’efficacia di un sistema basato non su target precisi e ben distini ma sulle individualità delle persone e la specificità delle aziende. In questo senso Porta Futuro si propone di raggiungere i più giovani orientandoli ai percorsi di studio più idonei ma anche gli over 45, già in possesso di un lavoro o in cerca, ma anche immigrati e lavoratori in cerca di un impiego più soddisfacente, grazie anche all’impegno sinergico con le aziende e le associazioni di categoria, come è accaduto già con l’accordo siglato con la Confcommercio a maggio.

Nicola Zingaretti, Presidente della Provincia, ha salutato con gioia l’inaugurazione di Porta Futuro, insistendo su due punti focali: la risposta alla solitudine delle persone in cerca di un impiego e la necessità di un cambio del mercato del lavoro, che questa nuova realtà incarna. “Bisogna capire – ha detto Zingaretti –  che non si può più ricorrere a raccomandazioni e assunzioni scriteriate, fattori che hanno concorso al rallentamento della nostra economia, piuttosto è indispensabile puntare sul merito e sulle potenzialità umane e lavorative di chi cerca lavoro”. Rivolgendosi poi ai rappresentanti del mondo del lavoro e dell’industria presenti all’inaugurazione ha aggiunto: “Questo luogo- dice alla platea di imprenditori- vivrà se la città e i comuni della nostra provincia, gli attori sociali ed economici lo useranno, rendendolo un’eccellenza italiana per il rilancio della nostra economia”.