Home Rubriche City Tips

Municipio XI: ancora un Natale senza mercatini

Nessuno risponde al bando. La denuncia di Fdi: “Iter complicato, faremo interrogazione”

SHARE

MUNICIPIO XI – Anche quest’anno il Municipio XI non avrà alcun mercatino di Natale. Il bando disposto dall’Amministrazione municipale è andato deserto. Anche nel 2017 il bando, allora definito soltanto ‘esplorativo’ non diede alcun frutto, mentre nel 2016 non si fece in tempo. Per il 2018 è stata approvata un Delibera di Giunta Municipale (la n.1 del 9 agosto 2018) per approvare l’Avviso pubblico per l’affidamento della realizzazione di eventi natalizi nel territorio del Municipio XI “Arvalia Portuense”, da svolgersi nel periodo delle festività natalizie dal 6 dicembre 2018 al 6 gennaio 2019.

NESSUN MERCATINO – Le polemiche su questa vicenda non mancano, ma è stato il consigliere e capogruppo di Fdi, Valerio Garipoli ad aprire il fuoco di fila che sicuramente investirà il M5s locale in queste prossime settimane. “Si blocca lo scopo di promuovere attività artigianali e socio culturali commerciali inerenti il tema del Natale – afferma Garipoli – Bisogna considerare che le aree individuate erano Via Marino Mazzacurati, Lungotevere Gassman, Piazza de Andrè e Piazza della Radio. Un’ampia parte del territorio totalmente fruibile da aziende, imprenditori, artigiani e venditori ambulanti”. Nonostante questo l’Ufficio Protocollo del Municipio XI non ha ricevuto alcuna domanda di partecipazione.

I MOTIVI – Intanto da Fdi si preannuncia un’interrogazione nei confronti del Presidente Torelli e dell’Assessora Tirone per verificare quanto sia accaduto. Per Garipoli infatti la colpa starebbe nell’iter scelto dall’amministrazione locale “Serve creare le condizioni necessarie allo svolgimento di tale attività e manifestazione, inattuata oramai da due anni, per favorire i cittadini e le imprese in un’ottica più ampia di sviluppo territoriale e commerciale – conclude Garipoli – bisognava studiare un iter meno complicato semplificando i vincoli e le certificazioni richieste, che certamente hanno fatto desistere gli organizzatori”.

LeMa