Home Rubriche Sport locale

Fonte Meravigliosa, una stagione da cui ripartire

La società calcistica getta le basi di un grande rinnovamento per il futuro

SHARE

FONTE MERAVIGLIOSA – Quella che è appena trascorsa è stata la stagione della consacrazione per il Fonte Meravigliosa Calcio, un’annata in cui la programmazione della nuova società ha aperto le porte a un futuro dalle tinte rosee. La grande riorganizzazione societaria, che ha avviato un processo di ingrandimento dell’asset societario che punta a valorizzare ancora di più un marchio che dal 1999 è sempre più riconoscibile nel calcio dilettantistico laziale, ha posto le basi per una crescita dell’organico ma soprattutto commerciale. Un’opera di modernizzazione a tutto tondo che parte dal campo da gioco e sconfina in quello economico. Riccardo Neri, allenatore campione in carica con la sua squadra Juniores, sostiene infatti che “non ci sono risultati senza programmazione” e così è stato. Questa stagione è stata infatti vincente sotto tutti i punti di vista, ma soprattutto sul campo da gioco. I ragazzi di Mister Neri si sono infatti laureati campioni a + 4 dal Time Sport Garbatella in una pirotecnica ultima giornata che vedeva contro proprio le due compagini di testa, separate da un solo punto in classifica. “È stato un traguardo storico, ancora più bello per come è arrivato. Una giornata che non dimenticheremo facilmente, un bel giorno di sport fuori e dentro al campo. Una cornice di pubblico straordinaria, da tutto esaurito. “All’intervallo perdevamo 2 a 1 – ha dichiarato Riccardo Neri – si è infortunato il nostro portiere titolare che sono stato costretto a cambiare prima della ripresa del gioco. Poi è successo qualcosa di straordinario, come straordinario è questo gruppo, coeso e sempre molto unito. Abbiamo pareggiato appena usciti dagli spogliatoi per il secondo tempo e poi non ci siamo fermati più e abbiamo vinto 5 a 2. Abbiamo avuto una reazione straordinaria – ha continuato Neri – ma tutto è nato dal duro lavoro durante la settimana. Non abbiamo mai saltato una delle tre sessioni di allenamento settimanale e alla fine i risultati sono venuti fuori. Una grande qualità di gioco e una grande reazione emotiva per questi ragazzi che volevano fortemente ottenere qualcosa che prima dell’inizio della stagione sembrava impossibile anche solo da pensare”. E come ha giustamente ribadito l’allenatore questa vittoria è frutto di una programmazione che punta, sì, a valorizzare la società, ma che soprattutto ha lo scopo di esaltare il singolo ragazzo che indossa la maglietta del Fonte Meravigliosa. “Questo traguardo è il primo step di una società nuova che sta creando un’accademia di calcio e vuole vivere questo sport a 360° – ha continuato l’allenatore Neri – Vogliamo che questa realtà diventi un punto di riferimento a livello gestionale e organizzativo. Prima la gestione di questa società era solamente famigliare, ora dopo quest’anno di rivoluzione totale, siamo un’associazione calcistica che guarda al futuro con una solida programmazione. Abbiamo mantenuto i lati positivi di un’organizzazione di tipo famigliare – ha concluso – continuando a riconoscere sempre tanto valore alla singola persona, ma abbiamo deciso di guardare più in alto, mettendo nero su bianco gli obiettivi che vogliamo raggiungere”.

Marco Etnasi