Home Municipi Municipio XII

Municipio XII: prosegue l’iter per la ricerca di una nuova sede

Rifinanziati 32 milioni di euro per l’acquisto di una struttura dove trasferire gli uffici

Tratto da Urlo n.197 gennaio 2022

MUNICIPIO XII – Da anni si parla della necessità di individuare una sede alternativa a quella attuale di via Fabiola per il Municipio XII. Il suo affitto ha un costo di più di 700mila euro l’anno e oltretutto l’edificio non è sufficientemente grande per ospitare tutti gli uffici dell’ente, alcuni dei quali sono infatti distaccati presso altre due sedi. Così nel nuovo bilancio capitolino è stato confermato il finanziamento, già stanziato lo scorso anno, di 32 milioni di euro per l’acquisto di una nuova sede, per l’individuazione della quale, entro le prime settimane del 2022, sarà indetta una manifestazione di interesse.

Ads

IL PASSATO

Una soluzione a questa annosa vicenda era apparsa vicina nel 2016, quando come alternativa per gli uffici era stata indicata la sede dell’ex Provincia in viale di Villa Pamphili. Il trasferimento, che avrebbe dovuto coinvolgere anche alcuni dipartimenti comunali dislocati sulla Colombo, venne però bloccato per problematiche legate allo spostamento di questi ultimi. Venuta meno la presenza degli uffici capitoli, gli spazi individuati a quel punto sarebbero stati troppo grandi per ospitare solo il Municipio: l’ipotesi sfumò e due delle tre palazzine del complesso vennero acquistate dall’Ospedale Bambino Gesù (il terzo edificio invece è dell’Istituto di Istruzione Superiore Federico Caffè).

LA RICERCA DELLA NUOVA SEDE

Lo scorso anno, con la passata amministrazione, il percorso della ricerca di nuovi spazi è stato ripreso con lo stanziamento in bilancio di 32 milioni di euro, per l’acquisto di una nuova sede, al quale sarebbe dovuta seguire una manifestazione di interesse (di competenza capitolina) per l’individuazione sul territorio di un luogo idoneo ad ospitare gli uffici del Municipio. Questo passaggio amministrativo però non è stato concluso prima delle elezioni, successivamente alle quali la guida di Comune e Municipio è cambiata. A dicembre 2021, in fase di discussione del nuovo bilancio capitolino, i 32 milioni di euro sono stati rifinanziati e la determina per la manifestazione di interesse è stata emanata. Ne abbiamo parlato con il nuovo presidente del Municipio XII, Elio Tomassetti, e il consigliere comunale Lorenzo Marinone (Pd): “I fondi sono stati rifinanziati: 32 milioni per l’acquisito di una sede. Nelle prime settimane del 2022 verrà indetta la manifestazione di interesse per l’individuazione di una struttura da acquistare (previa esclusione della presenza sul territorio di edifici pubblici adatti allo scopo, come stabilito da normativa). Pensiamo che sia molto più utile investire sul patrimonio del Comune di Roma piuttosto che pagare ingenti affitti senza poi entrare in possesso degli immobili”. Rispetto alle caratteristiche che la struttura dovrà avere, Tomassetti e Marinone hanno detto: “È molto importate che sia sufficientemente capiente per riunire in un unico luogo tutti gli uffici del Municipio, ad oggi invece dislocati su più spazi, condizione questa fondamentale per la gestione e il controllo del territorio. È necessario fare una scelta oculata per l’individuazione di una sede che sia strategica dal punto di vista territoriale ma anche da subito disponibile. Comune e Municipio sono in costante dialogo per identificare la miglior soluzione, che tenga conto di queste esigenze”. Al momento comunque l’idea che il Forlanini (un’ipotesi presa in considerazione ancora prima che si parlasse degli edifici dell’ex Provincia) possa avere un ruolo in tutto questo non sembra essere stata esclusa, Tomassetti ha infatti fatto sapere che “nell’ambito della ricerca di nuovi spazi per il Municipio porteremo avanti anche il discorso con la Regione per avere accesso ad alcune aree degli edifici satelliti del Forlanini siti tra via Ramazzini e via Folchi”.

LE OPPOSIZIONI

Sull’argomento abbiamo interpellato il consigliere municipale Alessandro Galletti (M5S), assessore della passata Giunta, che ha seguito da vicino la cosa: “Da quando lo scorso anno sono stati messi a bilancio i fondi per l’acquisto della nuova sede la questione non è stata abbandonata e ha seguito l’iter amministrativo previsto, che si è concluso quando la nostra amministrazione non era più in carica. Auspico che ora il Municipio segua da vicino la manifestazione di interesse affinché questa vada a buon fine e finalmente si possa evitare di continuare a corrispondere oltre 700mila euro l’anno per la sede di via Fabiola”. Sulla questione, per Giovanni Picone, capogruppo Lega in Municipio XII, “abbiamo perso almeno 6 anni di tempo e la grossa opportunità di utilizzare gli spazi, al tempo di proprietà dell’Area Metropolitana, a Monteverde Vecchio – in viale di Villa Pamphili, ndr – Dopo due anni in cui i fondi presenti a bilancio non sono stati impegnati, ci auguriamo che si porti a termine la procedura per l’acquisto e il trasferimento della sede municipale, liberando importanti risorse che potrebbero essere investite diversamente in favore dei cittadini. La maggioranza di centrosinistra aveva in più occasioni avanzato l’ipotesi del possibile riutilizzo di parte degli immobili già destinati ad uffici del Forlanini, senza però mai procedere ufficialmente in tal senso. Un’operazione a costo zero che però si scontra con l’immobilismo del Pd in Regione Lazio sul futuro dell’ex ospedale”.

Anna Paola Tortora

Previous articleCapodanno a Roma: tutti gli orari dei mezzi pubblici del 31 dicembre e del 1 gennaio
Next articleSan Paolo: La Lazio Nuoto torna a casa