Home Municipi Municipio XII

Piazza Scotti e dintorni: ecco il nuovo progetto

Accantonati i vecchi piani, si punta ora alla riqualificazione dell’intero quadrante

SHARE

Tratto da Urlo n.173 Novembre 2019

MONTEVERDE – A marzo avevamo annunciato l’imminente realizzazione di un progetto di restyling di piazza Scotti. Il piano, che prevedeva la pedonalizzazione della piazza stessa, nelle settimane seguenti era stato al centro di molte proteste, dal momento che avrebbe reso necessaria una modifica alla viabilità della zona e portato a una riduzione dei posti auto. Così, in seguito alle dure critiche di commercianti e cittadini, a maggio la pedonalizzazione era stata accantonata, in favore di un nuovo progetto del Municipio XII. Anche questo secondo piano però, sottoposto a parere, non avendo ottenuto il favore degli uffici, è stato messo da parte e superato. Arriviamo così alla nuova idea della Giunta municipale per il riassetto non solo di piazza Scotti ma anche di aree limitrofe.

IL NUOVO PROGETTO PER LA PIAZZA

A distanza di mesi siamo tornati a parlare dell’argomento con Alessandro Galletti, Assessore alla Mobilità municipale, che ci ha illustrato i nuovi piani della Giunta per la zona: “Il progetto è stato rivisto. L’idea è quella di rendere piazza Scotti la piazza di una ‘Smart City’. La rotatoria verrà pavimentata con un mattonato e verrà riqualificata con panchine intelligenti, dotate di prese per ricaricare il cellulare. Il piano è installare un sistema di videosorveglianza e di irrigazione solare. Tutto ciò senza alcuna modifica alla viabilità. Prevediamo la possibilità solo di pedonalizzazioni temporanee per permettere lo svolgimento di eventi”. In merito all’edicola, che attualmente si trova sul perimetro della piazza (via Jenner angolo via di Monteverde), “stiamo valutando la possibilità di creare all’interno dello square centrale un’area che possa ospitarla. Nel frattempo rimarrà al suo posto”. La riqualificazione però interesserà tutto il quadrante, non solo piazza Scotti, e coinvolgerà le strade limitrofe.

I FONDI

“Il lotto iniziale, dell’importo di 904 mila euro – ci ha spiegato Galletti – prevede interventi su piazza Scotti, una piccola parte di via Massi e via Virginia Agnelli”. A questi fondi se ne aggiungono altri, che saranno investiti sulla riqualificazione dell’intero quadrante, derivanti, spiega Galletti, da una riorganizzazione delle opere attingendo a parte dei fondi non spesi per il rifacimento di via del Casaletto, oggetto di lavori da parte della società di sottoservizi che è intervenuta anche sull’asfaltatura: “I soldi risparmiati sono stati destinati in parte (150mila euro) al finanziamento del progetto per il nuovo mercato di piazza San Giovanni di Dio, mentre gli altri, 400mila euro circa, saranno destinati al rifacimento dei marciapiedi di piazza Scotti e delle vie limitrofe”. Le opere seguiranno quindi due iter diversi. I lavori per entrambi i capitoli di spesa sono già stati aggiudicati. Per quanto riguarda le opere da realizzare con i 904mila euro si attende la conferenza di servizi del 14 novembre. I piani, ci dice l’Assessore, sono di consegnare “l’area entro la fine dell’anno. I lavori dovrebbero iniziare a inizio 2020. Si partirà probabilmente da via V. Agnelli”. Per l’inizio dei lavori sui marciapiedi previsti con i 400mila euro, invece, si deve ancora valutare una data di inizio.

VIA AGNELLI

Anche questo progetto ha subito delle modifiche rispetto ai piani diffusi dal Municipio prima dell’estate. Ce ne ha parlato sempre Galletti, dicendo che verranno rifatti marciapiedi e spartitraffico, e ai lati di quest’ultimo verranno posizionati dei parcheggi. Sarà poi prevista una pista ciclabile”.

LE CRITICHE

Non sono mancate però le critiche all’operato del Municipio. Secondo Lorenzo Marinone, consigliere municipale per il Pd, i vari progetti per piazza Scotti, poi scartati, avrebbero comportato solo una perdita di tempo: “I lavori sarebbero dovuti partire a luglio per non gravare sul traffico, ad oggi invece anche il secondo progetto sembra avere avuto un parere negativo della agenzia della mobilità”. Il consigliere si riferisce al piano di riqualificazione di cui il Municipio aveva parlato a maggio, poi scartato appunto, che prevedeva al posto della rotatoria, uno spazio ovale al centro della piazza, intorno al quale avrebbero poi transitato le macchine. “Ci auguriamo – ha concluso Marinone – che i 904 mila euro siano destinati a progetti seri che possano migliorare la viabilità e la qualità della vita dei residenti”. Molto duri sono stati anche Giovanni Picone e Marco Giudici, consiglieri in Municipio XII per la Lega: “Oggi abbiamo avuto la conferma che il M5S non è stato in grado di mantenere la parola non solo con le opposizioni, ma anche con cittadini, residenti e commercianti. Dopo aver sventato l’assurda opera di pedonalizzazione, anche il progetto rivisto e concordato con il territorio (sempre il secondo progetto di cui si era parlato a maggio, ndr) non vedrà la sua realizzazione per via dei pareri negativi rilasciati dai Dipartimenti capitolini. Nessuna ellisse sulla piazza e a questo punto riteniamo che anche il progetto partecipato abbia fallito e con esso ogni forma di collaborazione tra cittadini e Istituzioni. Ora capiamo gli imbarazzi e i motivi del silenzio che il Sindaco Raggi e la Presidente del Municipio Crescimanno avevano fatto calare su questa importante opera di riqualificazione del territorio”.

Anna Paola Tortora