Home Notizie Cronaca Roma

Il Sindaco Gualtieri visita i luoghi della memoria cittadina

ROMA – Il Sindaco Roberto Gualtieri questa mattina ha deposto quattro corone di fiori in altrettanti luoghi simbolici della Capitale. Il giro predisposto in questa sua prima uscita pubblica è partito da piazza Venezia con la visita all’Altare della Patria, per poi proseguire con Porta San Paolo e il Sacrario delle Fosse Ardeatine in Municipio VIII, concludendo con la visita al Tempio Maggiore al ghetto.

A Porta San Paolo il Sindaco ha portato il suo omaggio ai civili e ai militari caduti nella difesa di Roma nella battaglia svoltasi tra l’8 e il 10 settembre del 1943. “Un giusto omaggio ai caduti della Resistenza, della Shoah e delle guerre – ha commentato il primo cittadino – È molto importante perché il futuro si costruisce sempre con la memoria“.

Ads

Anche il minisindaco Amedeo Ciaccheri era presente per accompagnare il Sindaco nelle due tappe sul territorio del Municipio VIII. Ciaccheri ha ricordato il discorso di insediamento del Sindaco Petroselli che iniziava proprio citando questi luoghi: “Questa è la capitale di Porta San Paolo e delle Ardeatine“. “È stato un onore accompagnare oggi il Sindaco Roberto Gualtieri a omaggiare come primo atto della sua Consiliatura questi due luoghi simbolici che nel nostro territorio parlano dell’identità antifascista e democratica della nostra città”, ha commentato Ciaccheri.

L’uscita pubblica di Gualtieri si è conclusa con la deposizione di una corona di fiori al Tempio Maggiore, assieme ai vertici della comunità ebraica romana, per ricordare le vittime del rastrellamento del 16 ottobre 1943.

Red

Previous articleCovid Lazio: sono 386 i casi nelle ultime 24 ore
Next articleCovid Lazio: sono 437 i casi positivi nelle ultime 24 ore