Home Notizie Cronaca Roma

Roma: tempi duri per il sistema rifiuti

Con le dimissioni del Cda di Ama e le manutenzioni in vista per l’impianto di Rocca Cencia, torna lo spettro dell’emergenza

SHARE

ROMA – Tempi duri per i rifiuti della Capitale. Dopo la proroga di 15 giorni dell’ordinanza regionale del 5 luglio e le dimissioni del Consiglio di Amministrazione di Ama, ora sono i necessari interventi di manutenzione all’impianto di Rocca Cencia, assieme alle linee Tmb di Malagrotta che lavorano a rilento (fino al 30 novembre).

Intanto dopo la bufera che si è abbattuta su via Calderon della Barca, non sono mancate le prese diposizione delle opposizioni che, un po’ a tutti i livelli, hanno sottolineato lo stato in cui versa la Capitale chiedendo le dimissioni della Sindaca.

Anche gli assessori all’ambiente dei quattro municipi guidati dal centro sinistra non hanno mancato chiedere l’uscita di scena della prima cittadina: “Dopo soli tre mesi di incarico il nuovo Cda di Ama Spa si dimette, ancora una volta per divergenze con il Comune di Roma che lo ha nominato in merito al bilancio – affermano gli assessori Centorrino, Fabiano, Pieroni e Vincenzoni, rispettivamente dei municipi VIII, II, III e I – A fronte di 800 milioni di euro di entrate annue derivate dalla Tari, ancora una volta si blocca l’approvazione dei bilanci fermi ormai al 2017 per i 18 milioni di euro dei servizi cimiteriali”. Gli assessori puntano il dito contro il Campidoglio e la gestione dell’Ama, definendola “un fallimento conclamato del Campidoglio, socio unico dell’azienda, e davanti l’ennesima dimissione in blocco del Cda della controllata comunale ora la città rischia gravi conseguenza per la raccolta dei rifiuti già precaria – aggiungono – A questo punto chiediamo alla Raggi e all’Assessore Lemmetti di dire cosa vogliono fare per il futuro di Roma, se si persegue la riorganizzazione di Ama società pubblica, con obbiettivi annunciati per raccolta porta a porta, di economia circolare e virtuosi dell’azienda o se si vuole portarla al fallimento”.

Intanto il campidoglio ha già fatto sapere di aver scelto il nuovo Amministratore unico della partecipata dei rifiuti. A renderlo noto è una comunicazione del Campidoglio: “La Sindaca di Roma Virginia Raggi ha individuato nella persona del dott. Stefano Zaghis il nuovo amministratore unico di Ama spa. La Sindaca ha dato mandato agli uffici di avviare la procedura per la nomina”.

Red