Home Cultura Cinema

Inside man

SHARE

Se la “Casa di carta” ha tenuto incollato allo schermo il pubblico di mezza Europa per la sospensione dell’esito di una rapina cervellotica e spalmata sull’arco temporale di una serie televisiva a episodi, Spike Lee, con “Inside Man”, circa dieci anni prima, aveva già strabiliato la critica con una delle sue pellicole più raffinate, un action movie che supera e abbatte le costrizioni legate a una stretta definizione di genere. È la storia di una rapina che non sembra una rapina, di un furto ben organizzato per portare via dalla banca qualcosa di valore estremamente più alto dei soldi, ma è soprattutto la vicenda di due grandi personaggi che si incontrano, si scontrano, dando vita a un duello di intelligenza degno di una partita a scacchi. Il film ha incassato negli Stati Uniti più di 88 milioni di dollari e ancora oggi rappresenta il più grande successo in questi termini mai raggiunto dal regista. Incredibile se si pensa che “Inside man” è stato girato in soli 43 giorni. Non c’è dubbio inoltre che Spike Lee, come al solito, dà a una trama ben delineata quel tocco in più che solo un grande genio come lui può riuscire a dare: l’immediata riconoscibilità.

Regia: Spike Lee
Sceneggiatura: Russell Gewirtz
Interpreti: Denzel Washington, Clive Owen, Jodie Foster, Christopher Plummer, Willem Dafoe

(USA 2006)

Marco Etnasi