Home Cultura

IL VILLA CELIMONTANA JAZZ FESTIVAL COMPIE 16 ANNI

SHARE
celimontana

Fino al 20 settembre Roma diventa la Capitale del Jazz.
Anche quest’anno, fino al 20 settembre, ritorna il “Villa Celimontana Jazz Festival” che vedrà la splendida villa romana trasformarsi in sala concerti per le esibizioni di alcuni tra i più grandi jazzisti del panorama italiano ed internazionale.

Il Festival, sostenuto dal Comune di Roma e patrocinato dal Ministero per i Beni e le Attività Culturali, giunge quest’anno alla XVI edizione.
“E’ una delle manifestazioni storiche di Roma – ha detto l’Assessore alla Cultura Umberto Croppi – una delle 11 inserite di diritto nel bando dell’Estate romana. E’ un’occasione importante, una rassegna con un parterre d’eccezione ”.
Il festival nasce nel 1994, da un’idea di Giampiero Rubei, con l’intento di ampliare e migliorare la scena jazz romana ancora poco sviluppata. L’impegno dell’organizzazione è stato premiato negli anni portando il “Villa Celimontana Jazz Festival” e l’“Alexanderplatz”, altro locale jazz di Rubei, alla fama internazionale e facendo di Roma un punto di riferimento mondiale per questo genere musicale ai livelli di Londra, Parigi e New York.
“La caratteristica del Festival – sottolinea Rubei – è da sempre la capacità di intraprendere e sperimentare nuove strade, reinventando di anno in anno il nostro percorso culturale. È arrivato, però, per noi il momento di tornare alle origini, cercando nuova linfa e offrendo ai musicisti in erba la possibilità di quell’occasione che per tutti rappresenta il sogno: un concerto in uno dei luoghi più amati dal pubblico della Capitale”.
Sono novità di quest’anno infatti le rassegne “Note nuove da insoliti ignoti” che ospiterà i migliori giovani dei Conservatori italiani, “Giovani Titani” che porterà sul palco 21 gruppi coordinati dal maestro Massimo Nunzi e la “Nuova Orchestra di Villa Celimontana” nata con l’intento di esplorare e sperimentare nuove tecniche musicali.
L’iniziativa “W il Musical” in collaborazione con la Scuola Fonderia delle Arti offrirà al pubblico spettacoli dal vivo nei quali si uniranno vari linguaggi artistici dal teatro alla musica, dalla danza al cinema.
Il capitolo dedicato alla lettura anche quest’estate sarà presente con la rassegna “La Piazzetta” organizzata grazie alla libreria Nero su Bianco. Ci saranno presentazioni di libri e dibattiti oltre a mostre fotografiche, proiezioni di documentari ed esposizioni di opere d’arte.
Ultima novità dell’edizione 2009 del Festival sarà l’iniziativa “Milonga” che vedrà Villa Celimontana trasformarsi, dopo la fine dei concerti, in pista da ballo per gli amanti del tango con l’ideatore Natalio Mangalavite nei panni di DJ.
Le serate saranno chiuse dal tradizionale “Dopo Festival” alla presenza di famosi ed affermati musicisti e giovani promesse del panorama musicale italiano che esamineranno e discuteranno le esibizioni in programma.

 

Simone Brengola
Urloweb.com

SHARE