Home Cultura

Latina è pronta per Lievito 2016

SHARE
lievito 2016 latina

Parte la 5° edizione di Lievito, rassegna culturale ideata da Rinascita Civile

Dal 23 aprile al 1 maggio Latina tornerà ad animarsi di arte, musica, cinema, teatro e approfondimenti di attualità, con più di 60 eventi culturali preceduti da una ricca anteprima, “Aspettando Lievito” (18, 21 e 22 aprile). Tra le novità di Lievito 2016 spiccano collaborazioni con l’Università di Latina, la Fondazione Caetani, il Conservatorio Respighi e “Lievito Notte” che include le attività dei esercizi commerciali e pub, attenti al panorama artistico-musicale.

La chiusura del teatro ha portato Lievito a spaziare in nuove location tra cui il teatro Moderno, il chiostro Stoà e il Pala Roller. “Lievito – ha spiegato Giulio Capirci, neopresidente di Rinascita Civile – nasce da un lavoro di squadra che scaturisce dal desiderio di crescita culturale e partecipazione civica condiviso con tutta la città. I miei ringraziamenti vanno, in primis al colonnello Giovanni Reccia, comandante provinciale della Guardia di Finanza di Latina, che ha concesso l’uso dei locali e agli sponsor grazie ai quali abbiamo potuto mettere in agenda oltre 50 spettacoli, Lievito come è noto non riceve finanziamenti pubblici”.

Gli eventi sono ad ingresso gratuito fatta eccezione per quelli ove è indicato il prezzo, le prevendite potranno esser acquistate a seconda degli spettacoli in “Vinileria” e presso il Palazzo M e al teatro Moderno a partire dal 23 aprile dalle 17 alle 20. “È davvero un ricco carnet scientifico quello offerto da Lievito alla città di Latina, sono nove i convegni inseriti nella sezione Saperi– ha sottolineato il responsabile Felice Costanti, segretario dell’associazione – Il nostro intento è fare conoscere i ricercatori, vere eccellenze del nostro territorio che, nei propri campi, si sono affermate a livello internazionale. E proprio per valorizzare l’enorme potenziale umano di questa città abbiamo istituito un premio giovani”.

Renato Chiocca, direttore artistico della manifestazione, ha ricordato i principali eventi in calendario: “Con Lievito vogliamo trasformare Latina in una città senza mura, aperta al mondo, in cui vivere l’esperienza culturale, un intento reso ora ancora più complesso dalla indisponibilità del Palazzo della Cultura, ma reso comunque possibile dalla valorizzazione di strade e spazi pubblici. Per questo siamo ancor più convinti che creare, attraverso Lievito, il dialogo tra artisti locali e nazionali corrisponda a dare vita ad una Piazza ricca di stimoli, in cui le sinergie di tutti siano base di confronto, sviluppo e crescita culturale”.

SHARE