Home Cultura

Sabato torna “La notte dei musei”

SHARE

Oltre sessanta tra musei e spazi culturali aperti gratis dalla sera a notte fonda, 150 eventi – pure gratis – tra musica, danza, cinema, teatro, letture.


Presentata in Campidoglio dal Sindaco Gianni Alemanno e dall’assessore alle Politiche culturali Dino Gasperini, torna – tra le 20 di sabato 6 ottobre e le 2 di domenica 7 – la Notte dei Musei, edizione 2012, già in programma il 19 maggio e poi rinviata per la concomitanza con l’attentato alla scuola Morvillo Falcone di Brindisi, avvenuto lo stesso giorno. E per non perdere la memoria di quella terribile giornata, la notte romana è dedicata alla memoria di Melissa Bassi, la ragazza che perse la vita nella deflagrazione.

Promossa e coordinata da Roma Capitale, la Notte dei Musei apre straordinariamente al pubblico pinacoteche civiche e statali, musei storici delle Forze Armate, biblioteche pubbliche e gallerie private, accademie e istituti di cultura italiani e stranieri. Luoghi da visitare per vederne o rivederne il normale allestimento, ma pure per apprezzarli in veste inusuale: auditorium o palcoscenico per una notte, con il piacere di un concerto barocco in un’aula cinquecentesca tappezzata di quadri e arazzi; o con il fascino di un reading letterario tra volute e stucchi d’un palazzo del Sei-Settecento.

I principali spazi aperti gratis la notte tra 6 e 7 ottobre: Musei Capitolini, ex Centrale Montemartini, Chiostro del Bramante, Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale, Macro, Maxxi, Mercati di Traiano, Museo dell’Ara Pacis, Museo dell’Emigrazione – Complesso del Vittoriano, Galleria Nazionale d’Arte Antica (Palazzo Barberini), Museo Nazionale Romano (Palazzo Altemps), Palazzo delle Esposizioni, Planetario e Museo Astronomico, Scuderie del Quirinale, Casa del Cinema, Casa del Jazz, Casa delle Letterature.

Qualche must tra eventi e novità in programma: Palazzo Senatorio, il cuore del Campidoglio, visitabile dalle 20 alle 2 (in gruppi di 30 persone con ingressi ogni quarto d’ora fino all’1.45); nello stesso Palazzo Senatorio – e ai Capitolini, all’Ara Pacis e ai Mercati di Traiano – storici dell’arte pronti a rispondere alle domande del pubblico (sponsor il Gioco del Lotto); i Musei Storici dei Granatieri e della Fanteria (quest’ultimo con il concerto della Banda dell’Esercito alle 21) aperti grazie all’adesione del Ministero della Difesa; visitabili i resti delle antiche dimore romane: l’insula sotto Palazzo Specchi, quella sotto l’Ara Coeli, l’ipogeo di via Livenza e anche, in collaborazione con la Provincia, le domus di Palazzo Valentini; apertura straordinaria dei Bastioni del Sangallo (è la prima volta); la rappresentazione del cibo nell’arte a via Margutta e nelle sue gallerie, tra quadri che raffigurano cibo e cibo che aspira allo status di opera d’arte (il meglio dell’agricoltura laziale, selezionato da Coldiretti); gli itinerari di Passeggiando con la storia (Pasquino – Palazzo Braschi, Circo Massimo – Tempio di Vesta – Trastevere, Ara Pacis – Museo Napoleonico).

Da segnalare a parte, l’apertura straordinaria dalle 20 alle 2 della Camera dei Deputati (ultimo ingresso da piazza Montecitorio all’una).

E ancora: alla Casa del Jazz, happening musicale per ricordare il Folkstudio e il suo rapporto con Roma dal 1961 al 1988; alla Casa del Cinema, anteprima del documentario Napoleone torna alla Galleria Borghese sull’arrivo a Roma di 69 statue dal Louvre (prodotto dal Campidoglio, Assessorato Politiche culturali e Centro storico, con Zètema e Martha Production); sulla piazza del Campidoglio, alle 21, proiezione di Amore mio aiutami di Alberto Sordi, film recentemente restaurato con il contributo di Roma Capitale; ai Musei Capitolini, concerto dedicato alla canzone romana con – tra gli altri – Raffaella Misiti, voce soslista degli Acustimantico; nella sala della Protomoteca (Campidoglio), concerto di musiche di Astor Piazzolla con i Cuartetango; al Chiostro del Bramante la Solar Orchestra, formazione progressive-psichedelica; altri concerti al Macro Testaccio (Rocco Zifarelli Trio), al Macro di via Nizza (musica elettronica italiana) e all’Ara Pacis, alla Galleria d’Arte Moderna di Roma Capitale, al Museo Nazionale Romano, a Palazzo Braschi, a Palazzo Barberini, alla Camera di Commercio…

Last but not least, il programma delle biblioteche di Roma con letture e musica in diverse sedi (BiblioCaffé Letterario, Casa della Memoria, Enzo Tortora, Flaminia, Goffredo Mameli, Rispoli, Rugantino, Villa Leopardi).

Tutto il programma della Notte dei Musei 2012 su www.museiincomune.it.

Fonte: Comune di Roma