Home Cultura Teatro

“Pane, latte e lacrime” al Teatro de’ Servi

SHARE

Al Teatro de’ Servi, dal 17 maggio al 2 giugno, andrà in scena “Pane, latte e lacrime” di Veronica Liberale, per la regia di Cristiana Vaccaro. Tra gli interpreti Franco Barbero, Camilla Bianchini, Antonia di Francesco, Veronica Liberale, Francesca Pausilli, Giada Prandi e Andrea Venditti.

Il ritratto di una Roma, purtroppo, scomparsa. L’affresco di una città cristallizzata a pochi giorni da un bombardamento che la cambiò per sempre. “Pane, latte e lacrime” è lo spaccato di vita di un tempo in cui nei rioni si respirava un clima di condivisione sociale molto simile a quello di una famiglia allargata. Ma molto altro fuoriesce dal testo che ha trionfato al Roma Comic Off.

“Pane, latte e lacrime” è, infatti, una storia malinconica, allegra, melodrammatica, con ritmi tipicamente romani, stanchi e frizzanti nello stesso momento. È un quadro, ben riuscito, di uno dei più grandi e antichi rioni di Roma, veri e propri paesi all’interno della Città Eterna, ma è soprattutto l’esperimento ben riuscito di articolare una trama intorno a eventi che hanno cambiato il mondo. Il rione di San Lorenzo è un ponte immaginario tra la vita e la morte, un luogo ideale per vivere anche pochi giorni prima di morire, una Mesopotamia tra la grande vitalità dei mercati e delle strade, e l’eterno silenzio che aleggia nel cimitero storico del Verano. Così, sullo sfondo di uno dei quartieri più antichi di Roma, prendono vita le storie dei personaggi, persone comuni e straordinarie allo stesso tempo: Alvise Trevisan, da tutti chiamato “dottore”, Umberto, custode del cimitero e dei segreti del quartiere, la Sora Assunta, fioraia dalla lingua lunga, Angeletta, la pazza del quartiere, Iole, moglie di un antifascista rinchiuso in prigione e quindi nuova capofamiglia. “Pane, latte e lacrime” è la storia di tutta Roma, dell’Italia, e del mondo intero attraverso le vite dei suoi personaggi, in un inno al femminile nella riscoperta di ciò che si ha nel presente a prescindere dal passato, di chi è rimasto o di chi è andato, in guerra, in prigione o all’altro mondo.

Teatro de’ Servi
Via del Mortaro, 22 (angolo via del Tritone)
Info e prenotazioni: 066795130 o www.teatroservi.it
Biglietti: Platea 24€, Galleria 20€
Orari: Da martedì a venerdì ore 21, sabato ore 17:30 e 21, domenica ore 17:30

Marco Etnasi


Warning: A non-numeric value encountered in /home/www/urloweb.com/wp-content/themes/Newsmag/includes/wp_booster/td_block.php on line 353