Home Municipi Municipio IX

A breve i lavori per lo skate park al Laurentino

SHARE

Dopo l’approvazione della Giunta comunale, iniziano i lavori per il parco dedicato a Eros Corizza.

A distanza di qualche anno dall’abbattimento del nono, decimo e undicesimo ponte, avvenuto nel 2006, un altro intervento di completamento e di riqualificazione urbana del Laurentino 38. Nel dicembre 2006, la Giunta comunale Veltroni si adunava in Campidoglio, approvando il Progetto Preliminare per la realizzazione, di un’area a verde pubblico attrezzato, con uno spazio destinato ad uno skate park, con un finanziamento di circa due milioni di euro.
Dopo quasi cinque anni sembra si sia arrivati alla conclusione positiva dell’iter: i lavori partiranno ufficialmente entro il 30 maggio 2011 e la durata del cantiere sarà di circa 12 mesi. La struttura sarà realizzata con tecniche non invasive: le gradinate saranno costruite con terre armate senza utilizzo di calcestruzzo. Questo progetto è stato portato avanti e voluto fortemente da Alberto Voci con l’obiettivo di dedicarlo alla memoria di Eros Corizza, lo sfortunato studente deceduto in un incidente mentre si trovava in gita con la scuola.
Pattinaggio in linea, biciclette BMX e soprattutto skateboard sono sport che continuano a riscuotere una grandissima attenzione da parte dei più giovani, garantendo una crescita che non accenna ad arrestarsi. Nel frattempo lo sport ha raggiunto una dimensione di maturità tale da offrire concrete possibilità di divertimento, gratificazione e crescita educativa ai suoi praticanti.
Tuttavia la pratica di questi sport, come di altri, è proibita sul suolo pubblico dal Codice della Strada. Inoltre praticarli in parcheggi e marciapiedi si rivela spesso pericoloso sia per chi li pratica sia per i passanti. Gli spazi pubblici destinati a queste attività si rivelano, in tutte le comunità in cui vengono installati, dei punti di ritrovo molto frequentati e graditi, in particolare dai ragazzi tra i 9 ed i 14 anni.
Il progetto di riqualificazione prevede la valorizzazione ed il recupero della fascia di terreno situata lungo via Corrado Govoni con la realizzazione di un’area verde pubblica e attrezzata. L’area interessata, di proprietà dell’Amministrazione comunale, ha forma irregolare e occupa una superficie totale di circa 18.000 mq. La forma dell’area ed il suo dislivello naturale hanno indirizzato la progettazione verso la definizione di un teatro naturale, con percorsi pedonali semicircolari che racchiudono, ai loro piedi, un enorme palcoscenico dalla forma ellittica. Quest’ultimo è confinato, all’estremo opposto, da una quinta teatrale realizzata con una parete in calcestruzzo che potrà assumere diverse funzioni: sarà “lo schermo” dove proiettare le immagini delle gare in corso, sarà la parete a disposizione degli “writers” per manifestazioni ed esibizioni, farà da schermo alle retrostanti strutture.
I visitatori dai percorsi pedonali potranno godere lo spettacolo naturale della vallata sottostante, o di quello delle manifestazioni sportive dello Skate Park o di altri spettacoli di natura teatrale e musicale che nello stesso luogo potranno essere rappresentati.
L’obiettivo è quello di creare un “centro”, un luogo di aggregazione per il quartiere, che soffre della sua mancanza.
Un progetto ambizioso che si sta concretizzando. Dopo anni di rinvii, il 24 marzo è stato siglato il contratto. Soddisfatto Alberto Voci che dichiara: “Vedo realizzarsi il sogno di una vita!”.

Emanuela Maisto