Home Municipi Municipio IX

Oktoberfest al Castello della Cecchignola

SHARE
castcecchigola

Birra, musica e dibattiti. Cercando di sensibilizzare i cittadini sulle nuove edificazioni dell’area

LA FESTA – L’Oktoberfest di Piazza del Castello della Cecchignola è arrivata alla sua seconda edizione. Anche in questa occasione l’obiettivo posto dalle realtà associative del quadrante è quello di lasciare un segno positivo sul territorio in cui vivono e operano. Infatti lo scopo della festa, che si terrà dal 26 al 28 settembre, è quello di rigenerare il Parco Giochi della Piazza, usando il ricavato per comprare i giochi mancanti. “Sarà un’occasione per bere una birra in compagnia, accompagnata da pizza, porchetta o, da quest’anno, dall’alternativa vegana – annunciano gli organizzatori – Ascolteremo la musica offerta dai migliori gruppi rock emergenti di Roma Sud”.

UN MOMENTO DI CONFRONTO – “Sarà anche un’occasione per confrontarci sui temi che riguardano il nostro quartiere e il nostro quadrante in generale, come quelli delle nuove edificazioni, della salvaguardia dell’Agro Romano e del Fosso della Cecchignola, della mobilità sostenibile e della rigenerazione degli spazi comuni”. All’iniziativa infatti partecipa anche il Coordinamento Agro Romano Bene Comune che sabato 27 settembre a partire dalle ore 17 animerà un dibattito sui nuovi interventi urbanistici della zona. Come si legge dalla locandina la volontà è quella di illustrare le criticità delle future lottizzazioni su via della Cecchignola e Tor Pagnotta. Tra queste: “1 milione di mc di cemento e 15.000 nuovi residenti; mobilità al collasso non essendo previsti adeguamenti significativi della rete viaria; nessuna opera riguardante i servizi; 8000 veicoli in più in circolazione su via della Cecchignola e via Ardeatina”. Durante il dibattito gli attivisti del coordinamento non mancheranno di portare all’attenzione della cittadinanza anche delle proposte alternative alle nuove edificazioni, come lo stop al consumo di suolo con la riqualificazione di edifici esistenti e l’ampliamento del Parco dell’Appia Antica.