Home Municipi Municipio VIII

Enpaia: chiesta proroga di due mesi all’invio delle lettere di convocazione per i rinnovi del contratto di locazione

SHARE

Ieri l’incontro tra il Presidente ed il Direttore Generale, Il Prefetto e l’Assessore alle Politiche per la Casa. Catarci: “La città non può tollerare un’altra grave crisi abitativa e sociale”.

Lo scorso 8 marzo, presso la sede dell’ENPAIA all’Eur si è tenuto l’incontro, tra il Presidente dell’ENPAIA Gabriele Mori, il Presidente del Municipio XI  Andrea Catarci ed una ristretta rappresentanza di affittuari degli immobili di proprietà della fondazione. L’incontro è stato richiesto ed accordato lo scorso 2 marzo a margine della manifestazione degli inquilini, per tentare di trovare un accordo che scongiuri l’aumento (fino all’80% rispetto all’attuale contratto di locazione) previsto per i rinnovi dei contratti di locazione scaduti ed in scadenza. “Durante l’incontro, il Dott. Mori ha spiegato le ragioni che stanno alla base degli aumenti dei canoni di locazione – racconta Catarci – sottolineando tra le altre, la necessità di pagare le pensioni degli associati. L’atteggiamento ragionieristico che si è scelto di perseguire, sembra ignorare la drammatica realtà di molti suoi inquilini tra i quali pensionati o lavoratori dipendenti, comunque monoreddito, che saranno impossibilitati a pagare i nuovi affitti, rischiando di ritrovarsi in mezzo alla strada. La Fondazione – prosegue il Presidente del Municipio – per far cassa non sta esitando a rovesciare su inquilini del cosiddetto “ceto medio in difficoltà” la responsabilità di scelte finanziarie sbagliate, che certo non sono state effettuate dall’inquilinato. Ricordo che L’ENPAIA è un Ente nato per svolgere una funzione pubblica, recentemente divenuto Fondazione, che ha ricevuto denaro pubblico per costruire il proprio patrimonio immobiliare  ed oggi non può agire in maniera svincolata da ogni forma di responsabilità sociale e far pagare a persone già in difficoltà per i venti di crisi economica, il peso di operazioni fallimentari. La città non può tollerare un’altra grave crisi abitativa e sociale, sono vicino agli inquilini ed invito i Municipi di Roma coinvolti a prestare la massima attenzione ad una situazione che rischia di degenerare”. Il monito del Presidente Catarci sembra essere stato recepito appieno, ieri infatti presso gli uffici della Prefettura di  Roma si è svolto un secondo incontro chiarificatore mediato dal Prefetto Pecoraro, al quale erano presenti Cristiano Bonelli, Presidente del IV Municipio e incaricato dal Sindaco a seguire i problemi degli inquilini delle case degli Enti, il Presidente ed il Direttore Generale dell’ENPAIA e l’Assessore alle Politiche per la Casa, Mario Di Carlo. A seguito dell’incontro, è stato stabilito il blocco dell’’invio delle lettere di convocazione destinate agli inquilini per il rinnovo del contratto di locazione “al fine di  poter avere nel pieno delle sue funzioni l’Amministrazione regionale che uscirà da questa tornata elettorale – riferisce Bonelli – e avviare una collaborazione fra Comune e Regione con lo scopo di identificare percorsi di soluzione per queste famiglie.” L’ENPAIA – continua Bonelli – ha dichiarato la sua disponibilità a questa soluzione e il Prefetto si è impegnato a ricevere le organizzazioni sindacali degli inquilini, per trovare una via d’uscita condivisa ad un problema che coinvolge molti cittadini che, in questo momento di crisi, non sono in grado di affrontare i sostanziosi incrementi negli affitti”.

Michela Romoli